FIORI DI BACH

I fiori di Bach curano il corpo o l’anima?

Trovare in sé la forza di reagire allo stato di malessere grazie ad un’essenza che massimizza le proprie proprietà interiori. Un fiore per ogni carattere insomma. È questa la filosofia dei cosiddetti fiori di Bach che sono in totale 49 e che sono stati “scoperti” dall’omonimo studio convinto del fatto che persone con inclinazioni caratteriali, paure e peculiarità diverse dovessero essere trattate in maniera differente.

Come universalmente riconosciuto, i fiori di Bach non curano le malattie ma sbloccano la forza reattiva di ogni individuo e stimolano le proprie capacità interiori inducendo nel paziente la voglia e la capacità di reagire.

Ogni essenza, sostanzialmente, lavora sul proprio equilibrio psicofisico. Il tutto senza alcun tipo di controindicazione.

Fiori di Bach: curarsi conoscendosi meglio

Come riconoscere il fiore adatto alla propria debolezza o al malessere da curare?

Tanto per cominciare essi si dividono in sette categorie distinte.

  1. Fiori per la paura
  2. Fiori per l’incertezza
  3. Fiori per il disinteresse rispetto al presente
  4. Fiori per la solitudine
  5. Fiori per l’ipersensibilità alle influenze e alle idee
  6. Fiori per lo scoraggiamento
  7. Fiori per l’eccessivo altruismo

Secondo questa categorizzazione, quindi, i fiori di Bach sono in grado di curare questi sette stati d’animo.

  1. Stress
  2. Timidezza
  3. Ansia
  4. Panico
  5. Senso di colpa
  6. Insicurezza
  7. Depressione

Chi conobbe Edward Bach sostiene che inizialmente avvenisse grazie all’eccezionale sensibilità che lo stesso affermava di possedere: appoggiando il fiore o la foglia sulla lingua, sosteneva di poterne presagire l’effetto curativo.

In effetti, conosciuta la spiegazione di ogni singolo fiore che riportiamo a seguire, per capire qual è quello giusto è sufficiente dare vita ad una profonda introspezione per capire quali sono le proprie paure e come combatterle.

Il principio generale è che la malattia sia fondamentalmente uno stato mentale e che i fiori siano semplicemente degli strumenti per analizzare se stessi.

Lo studioso, sostanzialmente, riteneva che l’essere umano diventasse vulnerabile alle malattie a causa di resistenze inconsce.

E che i fiori, con le rispettive spiegazioni, aiutassero le persone a scandagliare il proprio io interiore per rimuovere quei blocchi.

I fiori, quindi, non come ingredienti di pozioni magiche ma come linee guida per meditare su se stessi e dare il vita a profondi processi di auto-guarigione.

Ma guarire l’anima, secondo molte filosofie orientali e secondo anche Bach, aiuta a guarire anche il corpo.

La versione floreale della vecchia massima latina mens sana in corpore sano.

Tutti i fiori di bach

  1. Agrimony – tortura mentale mascherata da un’espressione allegra
  2. Aspen – paura di qualcosa di ignoto, priva di oggetto
  3. Beech – intolleranza
  4. Centaury – incapacità di dire di no
  5. Cerato – mancanza di fiducia nelle proprie decisioni
  6. Cherry Plum – paura di impazzire, di perdere il controllo
  7. Chestnut Bud – difficoltà ad imparare dai propri errori
  8. ChicoryChicory – amore egoista e possessivo
  9. Clematis – sogni ad occhi aperti e progetti per il futuro senza agire nel presente
  10. Crab Apple – il rimedio che depura; disgusto di sé e del proprio corpo
  11. Elm – quando si è sopraffatti dall’eccesso di responsabilità
  12. Gentian – scoraggiamento dopo un insuccesso
  13. Gorse – perdita della speranza, disperazione
  14. Heather – egocentrismo e tendenza a parlare sempre di sé
  15. HollyHolly – odio, invidia e gelosia
  16. Honeysuckle – nostalgia, si vive nel passato
  17. Hornbeam – tendenza a rimandare gli impegni, stanchezza al solo pensiero di fare qualcosa
  18. Impatiens – impazienza
  19. Larch – mancanza di fiducia in se stessi
  20. Mimulus – paure concrete, con un oggetto preciso
  21. Mustard – profonda malinconia e tristezza senza causa apparente
  22. OakOak – lo sgobbone che tiene duro oltre i limiti delle proprie forze
  23. Olive – stanchezza estrema dopo uno sforzo fisico o mentale
  24. Pine – senso di colpa
  25. Red Chestnut – preoccupazione eccessiva per il benessere delle persone care
  26. Rock Rose – terrore e spavento
  27. Rock Water – negazione di sé, rigidità e auto-repressione
  28. Scleranthus – incapacità di scegliere fra due alternative
  29. Star of BethlehemStar of Bethlehem – traumi e stati di shock
  30. Sweet Chestnut – stati di estrema angoscia, quando è stato tentato il tutto e per tutto e non si intravede più la luce
  31. Vervain – entusiasmo eccessivo
  32. Vine – inflessibilità e tendenza a dominare
  33. Walnut – protezione dal disagio del cambiamento e dalle influenze indesiderate
  34. Water Violet – persone riservate e dignitose
  35. Wild OatWhite Chestnut – pensieri indesiderati, continuo lavorio mentale e discussioni tra sé e sé
  36. Wild Oat – incertezza sulla propria vocazione, sulla strada da intraprendere nella vita
  37. Wild Rose – indifferenza, rassegnazione, apatia
  38. Willow – autocommiserazione e risentimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.