capelli sottili

Capelli sottili: cosa accade a chi ha la chioma troppo fragile?

Capelli sottili: cosa accade a chi ha la chioma troppo fragile?

I capelli sottili sono una condanna per molte donne: gestirli è più difficile, si rischia di sembrare sempre in disordine e bisogna avere mille accortezze in più.

Chi nasce con questa caratteristica, però, non può cambiare la conformazione dei propri capelli in alcun modo, l’unica soluzione è quella di cercare di proteggerli il più possibile.

Capelli sottili: piastra vietata

Il miglior modo di proteggere i capelli sottili è quello di portarli al naturale, senza piastra e senza piega spazzola e fono.

Purtroppo i capelli sottili sono molto spesso anche né lisci né ricci, ecco perché una fonata diventa indispensabile prima di recarsi al lavoro per avere un aspetto quanto meno ordinato.

Tra i due mali, però, è senz’altro meglio scegliere il minore, ovvero l’asciugacapelli.

La piastra, il ferro o l’arricciacapelli rischiano di danneggiare in maniera irreparabile i capelli.

Capelli fragili, come comportarsi con i colori

Anche la questione tinta diventa un affare piuttosto complesso. Chi ha i capelli bianchi dovrebbe scegliere colori naturali, evitando il più possibile meches, colpi di sole, di luce e schiariture.

Se la tinta può invece addirittura idratare il capello, rendendolo più forte e sicuro, le schiariture finiscono per sfibrarlo e renderlo più fragile.

Insomma, per chi ha i capelli sottilissimi sempre meglio prediligere il colore.

Vietato giocare con le punte e toccarsi i capelli

Anche toccarsi continuamente le punte, un tic purtroppo molto frequente tra le donne, può diventare letale per il capello che, ora dopo ora, giorno dopo giorno, diventa sempre più fragile.

Rinunciare a questo vizio è fondamentale per avere una chioma folta, lunga e fluente.

È più dannoso toccarsi in continuazione i capelli che l’applicazione di qualsiasi altro prodotto o qualunque altro trattamento.

Pettinare sempre ma non con il balsamo

Si dice che pettinare i capelli con il balsamo e, più in generale, pettinare spesso i capelli bagnati faccia male e favorisca la caduta.

Tutto vero anche se bisogna prendere in considerazione anche l’altra faccia della medaglia.

Non pettinare i capelli da bagnati può essere particolarmente problematico per chi li ha sottilissimi.

Una volta asciutti, infatti, districarli sarà impossibile e il rischio e di dover fare un nuovo lavaggio con il balsamo.

La regola aurea per sopravvivere, quindi, è pettinarli da bagnati una volta e cercare di legarli subito in caso di vento, di viaggi in moto o scooter o sedute sportive.

In questo modo sarà più facile pettinarli e si ridurranno le perdite.

Sembrano banalità ma chi ha i capelli molto sottili non ha tante altre alternative.

Ricapitolando, come preservare i capelli sottili? Spuntata di pochi millimetri una volta ogni due mesi, pettinarli non frequentemente ma subito dopo lo shampoo, rinunciare a pieghe e piastre, preferire la tinta alle schiariture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.