Morto il medico malato che aveva commosso il web

Morto il medico malato che aveva commosso il web

Il 34enene combatteva un linfoma non-Hodgkin a grandi cellule di tipo B, che dopo mesi di terapia si era rivelato essere chemio-resistente e purtroppo non era stati riscontrati più protocolli terapeutici standard che potessero salvargli la vita. Il suo messaggio era diventato virale, tanto che in soli tre giorni Lorenzo era riuscito a raccogliere oltre 500mila euro. Una lezione di coraggio, tenacia e generosità, questa, che Lorenzo ha lasciato a tutti prima di andarsene, e di cui ora si dovrà far tesoro. Uno dei suoi progetti più prossimi era quello di sposare la sua fidanzata ma non ha fatto in tempo, così come non ha potuto realizzarne tanti altri. Nel filmato, parlando con voce emozionata e con il volto segnato, con pudore ma coraggiosamente aveva raccontato anche dei particolari del male e delle terapie: "Pian pianino ho cominciato a perdere l'autonomia, l'uso delle gambe parzialmente, la capacità di andare in bagno da solo". E poi aveva chiesto aiuto per "l'unica possibilità concreta", quella negli Usa. Era scattata una mobilitazione collettiva e condivisa: l'appello era stato rilanciato sul web e le donazioni erano arrivate da tutta Italia. Avevano donato i suoi ex compagni di scuola, associazioni e gruppi, gli incassi di tornei di calcetto e di un presepio vivente, gli appassionati del Montelago Celtic Festival. Stamattina è stato dimesso dall'ospedale, dopo che era stata interrotta la chemioterapia in preparazione del viaggio negli Stati Uniti, e in serata è morto a casa sua. "Potete darmi una mano? Non voglio morire" aveva detto in quel video struggente che aveva commosso il web. Il suo appello era stato condiviso dal sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, dalla campionessa di fioretto Elisa Di Francisca, da Christian De Sica e da politici di ogni colore.

E' stata una straordinaria corsa contro il tempo: in pochi giorni la somma necessaria era stata raggiunta, con la promessa che se non fosse servita sarebbe stata destinata alla ricerca scientifica.

Correlati:

Commenti


Altre notizie