Latte: sversamenti in tutta la Sardegna

Pastori protestano per il latte bloccata la squadra del Cagliari

A fine mattina anche la squadra del Cagliari calcio è stata coinvolta nei blocchi: un gruppo di allevatori si è presentato davanti ai cancelli del centro sportivo di Assemini durante l'allenamento prima della partita di domani sera con il Milan, e ha sistemato le auto davanti all'ingresso.

"I pastori - spiega Coldiretti - sono esasperati da una situazione insostenibile e si registrano assalti alle autocisterne che sono scortate da polizia e carabinieri, versamenti del latte in strada o in pasto ai maiali ma c'è anche chi ha deciso di trasformarlo in azienda e donarlo ai più bisognosi invece di svenderlo". I pastori sardi hanno minacciato di bloccare i seggi in tutta la Sardegna per le elezioni regionali di domenica 24 febbraio se non verrà trovata una soluzione in pochi giorni alla vertenza sul prezzo del latte.

In segno di protesta e solidarietà tutte le attività commerciali del paese - dai panifici agli alimentari, dal distributore di carburanti alla farmacia, dai bar alle officine - hanno abbassato le serrande con il motto #noi stiamo con i pastori. Protesta nata oltre 20 anni fa, che ebbe il momento di massima risonanza nell'autunno del 1997, con la battaglia di Vancimuglio (Vicenza), quando gli allevatori del Nord Est inondarono l'autostrada non solo con il latte ma anche con il letame delle loro stalle.

Continua la protesta dei pastori Sardi per il prezzo del latte troppo basso: meno di 60 centesimi per un litro di latte di pecora e circa 45 centesimi per il latte di capra. E si segue anche la via legale contro gli industriali che sottopagano il latte ai pastori. I manifestanti hanno bloccato il traffico in entrambe le direzioni all'altezza di Giave, nel Sassarese e gli automobilisti hanno solidarizzato con gli autori della contestazione. Altri blocchi stradali si sono registrati nel nuorese e in Ogliastra, in particolare sulla Statale 125 nei pressi di Cardedu, e sulla Ss 129 a Orotelli. Prima ad Abbasanta, lungo la Statale 131, a 120 chilometri da Cagliari e a 80 da Sassari.

"Il latte è il nostro petrolio" - "Ho la netta sensazione che in Sardegna stia partendo una rivoluzione".

Fiumi di latte versati per strada, brik schiacciati sotto le ruote delle auto, l'hashtag #uniticonnando e una rabbia che non si ferma.

Correlati:

Commenti


Altre notizie