Protesta gilet gialli domani a Sanremo

Di Maio e Di Battista dai gilet gialli francesi:

Infatti i gilet gialli non intendono allearsi con gli italiani alle elezioni europee. Inviso all'ala più radicale e "pura" incarnata dal camionista Eric Drouet e dal blogger Maxime Nicolle, che lo vedono come un "traditore", il gilet giallo del Vaucluse - uno dei feudi di Marine Le Pen - ha subito cercato i riflettori. L'incontro, a quanto trapela, si è svolto con il gruppo dei gilets jaunes che fanno capo a Ingrid Levavasseur.

In un'intervista al sito francese Putsch Media.

"Un governo che sostiene un movimento popolare come quello dei 5 stelle ma che non contatta le persone note all'interno di quel movimento..."

La realtà per il momento dice però tutt'altro, con il tour della coppia che si sta trasformando in una specie di via crucis, una sorta di lente distorta che ci restituisce l'immagine dilatata di quale cosa piccolissima (e isolata) stia diventando l'Italia gialloverde fuori dai confini nazionali. "Non abbiamo alcuna intenzione di entrare all'Ariston". E il Festival che si svolge nella città dei fiori continua ad avere un richiamo internazionale. Fabbro di professione, 52 anni, a inizio dicembre ha fatto parte di una delegazione ricevuta dal primo ministro Edouard Philippe a Palazzo Matignon. Qualche giorno dopo, insieme all'infermiera normanna Ingrid Levasseur, Chalençon ha annunciato la presentazione di una lista alle europee dal nome Ric, Ralliement d'initiative citoyenne. Intervistata dall'Ansa, l'infermiera trentunenne si è detta "sbalordita" per un'iniziativa "di cui sono stata avvertita solo all'ultimo, organizzata alle mie spalle" dal sedicente "portavoce" del Ric Christophe Chalencon. Mentre Levavasseur si è detta pronta al dialogo col Movimento 5 Stelle, ma al momento opportuno, "quando avremo strutturato la nostra lista alle europee".

Correlati:

Commenti


Altre notizie