Nuova Mercedes Classe V: quando la meta è il viaggio

Mercedes Class V restyling il monovolume si rinnova

Dopo aver analizzato come la V del 2019 cambi esternamente e meccanicamente, non si poteva tralasciare un accenno quanto introdotto di nuovo in ambito sicurezza dal costruttore di Stoccarda.

Quattro versioni, tutte col nuovo 2 litri a gasolio, i quattro cilindri chiamato OM 654.

Come anticipato, il restyling della Classe V sarà svelato al Salone di Ginevra, e insieme a lei sarà possibile ammirare anche la Vision EQV, prototipo a zero emissioni derivato dalla monovolume tedesca e molto vicina alla versione di serie.

La Mercedes Classe V si rinnova. Garanzia di efficienza: ha fatto l'esordio su Classe E, l'auto più rappresentativa del Marchio.

Quattro le motorizzazioni. Le V 250 d, a trazione posteriore o integrale 4MATIC, con potenza di 190 cavalli e 400 Nm di coppia. E le V300 d, a due e quattro ruote motrici, da 239 cavalli e 500 Nm, ai quali si aggiungono i 30 Nm di "overtorque".

La Classe V è uno dei pochi modelli che non ha ceduto alla moda della "suv-izzazione" ora imperante e risponde ai desideri di una fetta di mercato precisa ed esigente, sebbene non rappresenti numeri da best-seller.

Battesimo sul van anche per il cambio automatico 9G-Tronic (di serie su V 300 d), mentre sono tre gli allestimenti, Sport, Premium ed Exclusive, con l'aggiunta della personalizzazione "corsaiola" AMG Line.

Ciò che differenzia Classe V è all'interno, che possiamo definire imperiale. Nuove prese d'aria con design a turbina, ma soprattutto inedita strumentazione più visibile e scenografica. L'abitacolo può essere rifinito con materiali di altissima qualità e personalizzato con ampi accostamenti cromatici: a disposizione della clientela troviamo infatti rivestimenti in tessuto nero Santos, pelle color tartufo, pelle Lugano e Nappa color nero o beige seta, il tutto abbinabile ad inserti in look laccato lucido, ebano, carbonio o alluminio spazzolato.

L'ospitalità è la virtù decisiva: leconfigurazioni sono numerose, da 6, 7 e 8 posti.

Proprio come sull'ammiraglia, per i passeggeri della prima fila di sedili posteriori, arrivano a richiesta le poltrone di lusso, dotate di funzione riposo, massaggio per la schiena e climatizzazione. Coccolati ai massimi livelli.

Sempre disponibili il tetto scorrevole panoramico più grande del segmento, la consolle centrale con frigobox integrato e porta bevande termici con illuminazione a LED: lusso vero. E l'assistenza abbaglianti Plus, che permette di tenere le luci abbaglianti costantemente accese, commutando in modalità anabbaglianti parziali solo quando la situazione lo richiede.

Correlati:

Commenti


Altre notizie