Roma, nuovo caso di meningite: grave un autista Atac

È ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Gemelli di Roma l'autista dell'Atac di 31 anni colpito da meningite batterica di tipo B. È giunto in ospedale l'8 gennaio alle ore 2 del mattino in gravi condizioni. Si domandano preoccupati come possa aver contratto la malattia, se è possibile che possa essere successo a bordo dell'autobus.

La madre ha descritto così quanto accaduto: "negli ultimi due giorni era un po' debilitato, aveva avuto un po' d'influenza, una febbricola, ma all'improvviso in serata la febbre è svettata a 39,8 aveva spossatezza alle gambe, non riusciva ad alzarsi. Nel cuore della notte quando ho visto che aveva gli occhi girati e i movimenti delle braccia scoordinati, ho chiamato subito l'ambulanza". L'uomo è uscito dalla terapia intensiva, resta ancora grave ma non è in pericolo di vita.

Il trentaduenne guida gli automezzi che transitano a Roma nord tra via Cassia, piazzale Clodio, Gemelli e Montemario e fanno capo al deposito di Grottarossa. "Dicono che sarà lunga, i medici non si sbilanciano. Non ha ancora la sensibilità nelle gambe, è in uno stato di semi incoscienza, non è reattivo al 100 per cento, apre solo un occhio".

In questi giorni i famigliari, per i quali è scattata la profilassi, sono sempre accanto al loro congiunto. Ai familiari e a quanti sono stati a stretto contatto con l'uomo è stato somministrato un antibiotico. Che ha colpito le meningi nei centri nervosi propagandosi anche all'encefalo.

Il caso dell'autista dell'Atac segue quello del ragazzo di quindici anni morto a causa del meningococco di tipo C. Le autorità hanno invitato le persone a mantenere la calma ma a Roma si è scatenata una vera e propria fobia con numerose segnalazioni al 118 e tante persone al Pronto Soccorso di fronte ai sintomi influenzali.

"Siamo stati contattati dalla Asl Rm1" hanno confermato i genitori. Una coperta che aiuta a difendersi da questo tipo di infezioni che colpiscono giovani e adulti. La situazione è sotto controllo e non vi è alcun allarme.

Correlati:

Commenti


Altre notizie