"Volevi che non fossi mai nata": una bambina compie un gesto estremo

Bimba si impicca e lascia lettera alla madre Volevi che non fossi mai nata ora sarai felice

Le parole che questa bimba ha lasciato come eredità del suo dolore sembrano dettate da un profondo senso di abbandono misto a colpa, lei stessa, 10 anni appena, presenta il suo suicidio come un regalo per la mamma.

Voglio chiedere a mia madre di essere calma, di non lavorare molto, il regalo migliore che posso chiedere è la sua felicità. La bimba ha lasciato una lettera di addio raccapricciante indirizzata alla madre, in cui le diceva: "Volevi che non fossi mai nata, ora sarai felice". Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero, infatti, la piccola è stata trovata morta con al suo fianco un foglio contenente una lettera, tutto questo nel giorno del Three Kings Day, una ricorrenza particolare che si celebra in Messico durante la quale le famiglie si scambiano dei regali.

"Cari Santos Reyes, chiedo solo che la mia mamma sia la donna più felice del mondo dopo che io sarò morta, perché io sono solo un imbarazzo e una vergogna nella sua vita da quando sono nata, perché sono io il motivo per cui papà è andato via di casa".

Il caso della bambina suicida "per fare felice la mamma" sta commuovendo il mondo intero. La giovane ha concluso il suo commovente testo scrivendo che la sua speranza è che un giorno si ricorderà di lei e che quando anche lei sarà in cielo, finalmente, la abbraccerà.

"Ti amo così tanto, mamma, so che i Tre Re non esistono ma ti do questo grande regalo".

I vicini non si erano mai accorti del fatto che la piccina avesse problemi.

Correlati:

Commenti


Altre notizie