India, neonato decapitato dagli infermieri durante il parto

Un incidente scioccante in sala parto: un neonato è stato decapitato durante il parto poiché durante le manovre per farlo nascere gli infermieri avrebbero tirato con troppa forza rispetto a quella necessaria. Nei guai sono finiti due infermieri, accusati di aver tirato fuori il bimbo "con forza bruta", lasciando la testolina nell'utero. Il corpo del piccolo è stato estratto dal ventre materno, mentre la testa è rimasta incastrata nell'utero. La notizia è stata diffusa dal quotidiano Times of India. La madre, Deeksha Kanwar, 24 anni, ha già tre figli ed è arrivata alla clinica incinta di sette mesi. I medici l'hanno sottoposta a una delicata operazione per rimuovere la testa.

Ora il ministro della Salute ha disposto un'inchiesta per accertare le responsabilità del terribile incidente. "I colpevoli saranno puniti e verranno intraprese azioni severe dopo le indagini", ha assicurato il ministro. Lo hanno consegnato alla polizia solo dopo la denuncia presentata dalla famiglia. Il personale infermieristico ha gestito il caso. "Poco dopo, quando mia moglie ha lamentato un forte dolore, hanno detto che c'erano complicazioni e il bambino non sarebbe sopravvissuto". "Era un bambino prematuro".

Correlati:

Commenti


Altre notizie