Insulti ad Annalisa Minetti: "Sei cieca, dovevi fare un altro figlio"

Annalisa Minetti, insulti su Instagram: «Sei cieca, non dovevi fare un altro figlio»

E in un altro: "Io non avrei messo al mondo degli figli che non potrei mai vedere. credo che avrà una stregua di persone che l'aiutano.". Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più.

Pochi giorni fa la cantante ha postato su Instagram una fotografia che la ritrae insieme alla figlia avuta dall'attuale marito Michele Panzarin, la sua secondogenita dopo Fabio, che ha 10 anni, nato dal precedente matrimonio con Gennaro Esposito.

"Certo, cieca... non avrei messo al mondo un secondo figlio... - scrive un utente - e certo non vorrei far cose oltre la normalità solo per apparire normale".

"Volevo rassicurare tutti sul fatto che io stia bene, che le parole di queste persone ignoranti e infelici non mi toccano - ha scritto ancora l'artista - Da anni sono abituata a sentirmi dire di non vivere e di tutta risposta io vivo e vivrò sempre di più".

Annalisa Minetti ha replicato sul suo profilo Instagram a chi l'ha pesantemente attaccata a causa della sua condizione di madre non vedente. Diversi fan hanno poi manifestato il loro sostegno a Minetti: "Forza Annalisa, sei un esempio per molti!"

Cresco i miei figli come donna realizzata nella vita e nel lavoro; non sacrificando mai un dentino, una recita, una prima pappa nonostante questo mi costi fatica e a volta piango da sola di notte chiusa in bagno per la stanchezza. Ho un uomo splendido accanto e la nostra casa è piena di sorrisi. Nello scatto incriminato la cantante, che si è iscritta all'università, ha voluto condividere la sua felicità per l'esame superato, ma è stata subito criticata per aver deciso di mettere al mondo un secondo figlio. Iacopo Melio, 25enne autore del libro 'Faccio salti altissimi', volto noto della campagna #vorreiprendereiltreno, è costretto da una malattia genetica rara, la sindrome di Escobar, su una sedia a rotelle. La cantante nella foto ha scelto di condividere la gioia per il suo percorso universitario ritrovandosi insulti ben più gravi su un argomento delicato. A denunciare la triste vicenda è stato lo scrittore e attivista Iacopo Melio su Facebook: "Ma davvero si lotta e si resiste per questa gente qui?". "Boh, non so, provo solo tanta amarezza". Tu dimostri a tutti che la disabilità non è una questione fisica, che si possono abbattere le barriere e che si può essere una moglie, madre, studentessa e sportiva buttando giù tutti i cliché della società. "Siete solo delle 'persone' piccole".

Correlati:

Commenti


Altre notizie