Il reddito di cittadinanza andrà anche ai rom

Reddito di cittadinanza i beneficiari

Sta di fatto che la Lega tiene il punto e chiede che le pensioni di disabilità aumentino non solo per 260mila persone, come previsto, ma per l'intera platea potenziale che ammonta a circa 750mila persone.

Insieme a Quota 100 l' altra misura attesissima è quella del reddito di cittadinanza. A stabilirlo a chiare lettere è la bozza ormai definitiva della legge. "Al momento stiamo lavorando ad un unico decreto che contenga le misure su pensioni e reddito di cittadinanza", ha specificato il premier rispondendo alle domande di Bruno Vespa. Il reddito di cittadinanza è costituito da una integrazione al reddito con importo variabile in base al numero di componenti del nucleo familiare (da 500 euro mensili per 1 componente a 1.050 euro per 3 adulti e 2 minorenni), a cui si aggiungono 280 euro di contributo mensile all'affitto. La pensione di cittadinanza ammonterà invece ad un massimo di 630 euro a cui aggiungere eventuali 150 euro al mese per l'affitto. La verifica su questo e gli altri requisiti necessari (se proprietari di una seconda casa il valore deve essere inferiore a 30 mila euro, il patrimonio mobiliare non può superare i 6 mila euro, la residenza in Italia deve datare almeno 10 anni) spetta ai comuni e all'Inps.

Secondo i primi dettagli (il decreto deve ancora essere pubblicato nella sua interezza) per avere diritto al reddito di cittadinanza bisognerà avere un Isee (indice della situazione economica) inferiore ai 9.360 euro annui. Per la pensione di cittadinanza la soglia è di 7.560 euro.

Ma la norma ha un effetto collaterale curioso e interessante: al comma a. dell'articolo 2 che norma i beneficiari si specifica che la residenza deve essere in forma "continuativa" per 10 anni. È inoltre escluso dal beneficio chi possiede "navi o imbarcazioni da diporto". Ma, testo alla mano, ce ne sono anche molte che introducono meccanismi interessanti.

Se i beneficiari non rispettano le regole imposte saranno soggetti a delle penalità come la decurtazione del Reddito per uno o due mesi e nei casi più gravi saranno esclusi dal sussidio. Fino alla decorrenza del reddito di cittadinanza continuerà a percepire il reddito di inclusione (fine marzo).

IL PATTO PER IL LAVORO - Per avere il Rdc bisogna essere disponibili ad accettare un lavoro, a svolgere attività al servizio della comunità, a seguire un percorso di riqualificazione professionale, a completare gli studi, a seguire un progetto di autoimprenditorialità.

Obblighi e sanzioniChi riceve l'aiuto ha poi l'obbligo di sottoscrivere un "patto per il lavoro" nei centri per l'impiego e accettare almeno una di tre offerte che dovrebbe ricevere, altrimenti si perde l'assegno.

LA CARTA RDC - Il beneficio è erogato attraverso la Carta Rdc che permetterà di effettuare prelievi in contate di massimo 100 euro al mese (per scala di equivalenza). La sanzione penale è estesa anche a soggetti terzi che collaborano con dolo ad occulatare redditi e patrinomi del beneficiario.

Correlati:

Commenti


Altre notizie