Cristiano Ronaldo, la polizia di Las Vegas chiede l’esame del Dna

E uno psicopatico aiuterò Mayorga: una showgirl attacca Cristiano Ronaldo

La vicenda delle accuse di stupro a Cristiano Ronaldo si arricchisce di un altro inquietante capitolo: la polizia di Las Vegas ha ordinato che l'attaccante della Juventus si sottoponga all'esame del Dna. La notizia è stata pubblicata sul Wall Street Journal, che cita fonti delle forze dell'ordine. La richiesta - spiega il quotidiano americano - è stata inviata di recente alle autorità giudiziarie italiane competenti. Secondo l'accusa, il calciatore avrebbe pagato 375 mila dollari alla donna per ottenere il suo silenzio. Tra gli elementi in mano agli investigatori il vestito che Mayorga indossava la sera del presunto episodio di stupro, sul quale sarebbero state rinvenute tracce di Dna che non appartengono alla donna. In Inghilterra però l'ex modella, classe 1985, è parecchio nota alla cronache prima per alcune rivelazioni piccanti su presunte relazioni avute in passato con altre donne, poi per la partecipazione al Celebrity Big Brother (il Grande Fratello VIP britannico), ma soprattutto per la liaison avuta con Cristiano Ronaldo ai tempi del Manchester United.

"Ronaldo ha sempre sostenuto, come fa oggi, che quello che è successo a Las Vegas nel 2009 è stato di natura consensuale, quindi non sorprende che il Dna sia presente né che la polizia faccia questa richiesta standard come parte dell'indagine". Christiansen aveva anche voluto precisare come mai nel 2010 si fosse arrivati ad un accordo economico con Kathryn Mayorga: "Lontano da qualsiasi ammissione di colpa o di qualsiasi secondo fine, il signor Ronaldo è stato consigliato di risolvere privatamente le accuse contro di lui al fine di evitare le inevitabili tentativi che sono ora in corso per distruggere una reputazione che è stato costruito su un duro lavoro, atletismo e onore".

Correlati:

Commenti


Altre notizie