Cancro, in futuro la diagnosi potrà essere fatta con un respiro

La diagnosi si fa attraverso l'analisi dei componenti organici volatili che, nelle persone malate di cancro, spiegano i ricercatori, subiscono alterazioni. In futuro potrebbe diventare realtà.

La britannica Owlstone Medica ha messo a punto uno strumento per la diagnosi di una patologia tumorale in una fase estremamente iniziale. Al momento questo speciale strumento chiamato breathalyzer, viene supervisionato dal Cancer Research UK (CRUK) Cambridge Centre. Perché lo diventi, in Inghilterra, in questi mesi, presso l'ospedale Addenbrook di Cambridge, si sta effettuando una sperimentazione che potrebbe rivoluzionare il modo di diagnosticare il cancro. Come? Respirando per 10 minuti nella macchina, si sa se si è sani o no. Come? Alcuni di questi composti vengono mandati all'Università di Cambridge per essere analizzati. L'idea di fondo del progetto è che, in caso di patologie tumorali al primo stadio, i Cov risulterebbero alterati e quindi indicherebbero immediatamente la presenza di cancro.

La nuova serie di test interesserà pazienti con sospetto cancro all'esofago e allo stomaco, e poi si espanderà per i tumori alla prostata, ai reni, alla vescica, al fegato e al pancreas.

Correlati:

Commenti


Altre notizie