Il dinosauro carnivoro più antico è di Saltrio

Viveva in Lombardia il più grande antico dinosauro carnivoro

In Lombardia il più antico dinosauro carnivoro.

È stato svelato al Palazzo Reale di Milano, dai paleontologi Cristiano Dal Sasso, Simone Maganuco e Andrea Cau, il più antico dinosauro carnivoro di grandi dimensioni scoperto al mondo.

Dopo il piccolo e ormai famoso Scipionyx, detto Ciro, trovato in provincia di Benevento, il Saltriovenator è in ordine di tempo il secondo dinosauro venuto alla luce in Italia. Il ritrovamento è avvenuto nel 1996 a Saltrio, in provincia di Varese, in una cava nota per aver fornito blocchi di pietra per il Teatro alla Scala, la Galleria Vittorio Emanuele e il Palazzo Reale di Milano, nonché parte della Mole Antonelliana e la Cappella Colleoni di Bergamo.

Come spiegano sempre i ricercatori "l'analisi paleoistologica degli anelli di crescita presenti nelle ossa mostra che Saltriovenatorera un individuo subadulto ancora in crescita, pertanto la sua taglia stimata è davvero impressionante, nel contesto del Giurassico inferiore", epoca in cui i dinosauri carnivori erano pochi e generalmente di piccole dimensioni. Si tratta di un cacciatore d'agguato ad andatura bipede che viveva tra le spiagge tropicali e le foreste lussureggianti che ricoprivano l'attuale Lombardia occidentale. Il grande dinosauro aveva un cranio lungo 80 cm dotato di spaventosi denti lunghi ed aguzzi. "Questo è un momento che non dimenticherò mai".Ci sono voluti però alcuni anni prima di riuscire a separare le ossa dalla roccia, immergendole nell'acido, e solo allora sono cominciati gli studi, con un ritrovamento che più di tutti gli altri ha aiutato i paleontologi a capire che specie di animale preistorico avessero di fronte: l'osso metacarpale (00.43-00.45), cioè il nucleo di una mano di quattro dita, di cui tre possenti e artigliate. Per identificare le ossa più "malridotte" gli scienziati italiani sono andati in America, per la precisione in California e a Washington, per raffrontarle con quelle di scheletri più completi. Sullo scheletro del "Saltriovenator" sono state trovati morsi e rosicchiature di pesci e invertebrati marini, il primo caso nella storia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie