Pallone d'Oro, giallo sul voto: il giornalista delle Comore non esiste

Pallone d'oro, polemica sul voto 'fantasma' delle Comore: il giornalista non esiste

Sono passati solo pochi giorni dalla festa che a Parigi ha visto Luka Modric ricevere il Pallone d'Oro 2018. Il centrocampista del Real Madrid è diventato il primo croato della storia a vincere il premio, rubando lo scettro che negli ultimi dieci anni si sono spartiti equamente Leo Messi e Cristiano Ronaldo. Una vittoria che, come quasi sempre accade, non è riuscita a mettere d'accordo tutti.

Ora a gettare ulteriori ombre sul Pallone d'oro - non sul trionfo di Modric - è una polemica che arriva dall'Unione delle Comore. Il giornalista del Paese africano, Abdou Boina, ha votato in ordine per Mbappé, Modric, Cristiano Ronaldo, Hazard e Salah, ma non è il suo giudizio ad essere messo in discussione, quanto la sua stessa esistenza. Abdou Bolna, in rappresentante delle Isole Comore, è stato accreditato come giornalista della testata albaladcomores.com, che in realtà non esiste. Inoltre il portale Albalad Comores, di cui Boina è indicato come redattore, ha chiuso i battenti nek 2012. "In questa azienda non ha mai lavorato un giornalista chiamato Abdou Boina".

Correlati:

Commenti


Altre notizie