Manovra, Tria: dialogo va avanti

Il premier Giuseppe Conte

Ma si tratta di studi tecnici, di proiezioni sui costi effettivi che si potrebbero avere, sui risparmi su cui si potrebbe contare. Sono poi riprese le votazioni della manovra in commissione Bilancio alla Camera, dopo che i gruppi di opposizione hanno abbandonato i lavori. Secondo il quotidiano il fattaccio avvenuto domenica scorsa quando in un comunicato stampa i due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio sottolineano solo la loro fiducia nel premier Giuseppe Conte quale protagonista della trattativa con la Commissione Ue sui conti pubblici ma non menzionano affatto il ministro Tria. "Se potete pensare che un'informativa sia inutile, visto che tema è da informativa, me lo dite e io, non vi offendete, e me ne vado". L'unica cosa che mi interessa è salvare il Paese.

"Siamo al festival dell'insipienza - scrive Minzolini - La manovra è tutta da scrivere e la parte che è scritta, magari è da cancellare: ieri il governo si è preso ore e ore per riscrivere 17 emendamenti e, quindi, per stravolgere in aula, ciò che era stato approvato in Commissione". "Quello che stiamo analizzando per ora sono solo opzioni possibili e fino a quando non ci sarà una decisione politica rimangano solo possibili".

"Qui c'è un convitato di pietra che è l'aumento dello spread che ha effetto negativo sul deficit".

Nella legge di bilancio "ci saranno novità sul costo del lavoro", ha poi aggiunto, spiegando che "stiamo lavorando alla riduzione del costo del lavoro e ad un ulteriore incentivo alle imprese che assumono a tempo indeterminato". E afferma che "la battuta d'arresto del Pil nel terzo trimestre è solo temporanea" e che "la crescita tornerà robusta". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, in commissione Bilancio della Camera prima dell'inizio del suo intervento sulla manovra.

La bocciatura da parte dell'Unione europea ha scoperto i nervi della Manovra italiana, ma il ministro dell'Economia - che comunque ha aperto le porte al dialogo - ha preso una netta posizione, richiamando il governo alla coesione: "Se vogliamo raggiungere qualche risultato sono necessari atti concreti". In ogni caso "i tempi non sono lunghi ovviamente, esistono tempi ben precisi e sono stretti" per evitare la procedura. "Il reddito di cittadinanza e quota 100 non sono in discussione - assicura il ministro dell'Economia -".

Correlati:

Commenti


Altre notizie