Libia, Haftar in arrivo a Roma

Un migrante morto in mare in una

La visita di Haftar a Roma continua anche a fomentare lo scontro tra Roma e Parigi nella risoluzione del conflitto libico e sembra indicare un cambio di rotta del governo italiano.

L'uomo forte della Cirenaica ha incontrato il premier Conte il 6 dicembre, come riferiscono da Palazzo Chigi.

A meno di un mese dalla conferenza di Palermo, il maresciallo è tornato in Italia, annullando però l'incontro con al Serraj, il presidente del governo di Tripoli, previsto in questi giorni ad Amman, in Giordania. Oggi incontrerà David Robinson, ambasciatore americano a Tunisi con delega sul dossier libico. "Questo riguarda il popolo libico". "Dopo Palermo faremo una valutazione definitiva e assumeremo una decisione", aveva detto Conte alla vigilia del summit siciliano, mentre Emmanuel Macron, già da ottobre, ha schierato a Tripoli l'ambasciatrice Béatrice Le Fraper du Hellen.

Sull'altro fronte, intanto, il premier Sarraj ha incontrato l'altroieri a Bruxelles il segretario di Stato Usa, Mike Pompeo, in Belgio per il vertice della Nato, e l'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Federica Mogherini, per "coordinare al meglio l'ulteriore sostegno dell'Unione europea per portare avanti la transizione politica" in Libia.

Correlati:

Commenti


Altre notizie