Cagliari-Roma, conferenza stampa Di Francesco

Roma Di Francesco

Si aspetta una partita molto fisica? Non ho mai visto una partita non fisica, soprattutto con Pavoletti che ho allenato per due anni. E' la loro qualità migliore e dobbiamo stare attenti sia sui calci piazzati che sulle palle laterali.

Un aspetto che possiamo migliorare nella sfida di domani?

Dobbiamo migliorare in tante cose, anche nelle scelte finali. Ad oggi dobbiamo essere bravi a non correre più rischi, ma per come stiamo è importante recuperare determinati giocatori. "Dobbiamo essere più equilibrati".

La soluzione Florenzi avanzato può essere riproposta domani? .

"Domani Florenzi terzino, in futuro potrà rigiocare in avanti". Prima della conferenza sono passato al Divino Amore... Domani valuteremo, ha preso un brutto colpo e quasi non cammina.

Perotti e Pastore ci saranno?

Pastore e Perotti? Nessuno dei due giocherà dall'inizio, Pastore però avrà più possibilità di giocare più minuti. Il resto è semplice, semplice: Cristante sarà l'altro centrocampista accanto a Nzonzi nel 4-2-3-1 che propone il tridente 'green' (Under, Zaniolo, Kluivert) alle spalle della punta Schick. Pensa a soluzioni alternative a centrocampo?

"Mettersi con un difensore in più, vorrei lavorare con Riccardi, che è stato in Nazionale ed è tornato oggi". Però poi mi attacco a degli alibi. È un ragazzo che teniamo in considerazione, ma ricordiamoci che è un classe 2001. "La speranza è che recuperi in tempi brevi, siamo in pochi e dobbiamo recuperare i giocatori".

Si è allenato benissimo e sto valutando di farlo giocare dall'inizio domani. "Gli unici dubbi li ho lì".

Il motivo degli infortuni?

Mettiamoci un po' tutto. Pellegrini, tra il mio e il suo desiderio di averlo a disposizione, abbiamo fatto un percorso accelerato ed è accaduto un imprevisto. A volte essendo frettolosi si può incappare negli imprevisti. E' una battuta per sdrammatizzare, non mi lego a queste cose.

El Shaarawy e Dzeko?

Hanno fatto una capatina da quello che so io. Facciamo tutto questo per farli recuperare il prima possibile, sono soluzioni alternative per migliorare questo aspetto.

Che idea si è fatto degli errori del Var? Ha qualche rimpianto dei punti?"Se dovessi dire delle cose mi sto attaccando a delle scuse". Non me li voglio creare. Anche se ci sono stati tanti errori. Questo è il rammarico più grande. Ci sono delle cose così evidenti che riguardarsele con un minimo di attenzione, visto che il primo responsabile alla fine diventa l'arbitro, lo si può fare con continuità. Mi auguro che da ora in poi accadano il meno possibile, specialmente a noi.

Il nuovo banco di prova è la partita col Cagliari in cui la Roma parte da favorita?

I banchi di prova li vedo tutti i giorni. "La partita con il Cagliari ci dà la possibilità di dimostrare di aver fatto il salto di qualità a livello mentale", conclude Di Francesco. Con l'Inter abbiamo avuto una grande reazione mentale e di questo sono molto contento anche se certe partite si devono andare a chiudere, si deve concedere meno. Ci sono molti aspetti che vanno curati. "La cosa migliore è una bella preghiera fatta bene, questo può aiutarci".

De Angelis, Rete Sport: contro l'Inter sul secondo gol di Icardi, è stato un errore individuale o di atteggiamento?

"Noi ci mettiamo a zona di solito, in questo calcio d'angolo abbiamo sbagliato il posizionamento". Ci sono elementi particolari: abbiamo staccato con Manolas con due piedi, invece la forza di chi arriva in terzo tempo è saltare con un piede solo, ma eravamo posizionati male.

Correlati:

Commenti


Altre notizie