Borse europee aprono in calo, spread arretra a 286 punti

Titoli di Stato, lo spread fa paura a quasi un italiano su due

A Milano l'indice Ftse Mib segna -1,11% a 19.137,69 punti.

Apertura in calo per le principali borse europee. Ha contenuto il ribasso anche Tenaris (-1,8%) in attesa del pronunciamento del giudice argentino alla richiesta di arresto di Paolo Rocca avanzata dai Pm, deboli Prysmian (-2,1%), Stm (-3,2%) e soprattutto Buzzi, che ha ceduto il 4,2%. Piazza Affari sale dello 0,16%, mentre crollano Londra (-1,11%), Francoforte (0,66%), Parigi (-0,73%) e Zurigo (-0,83%). Cosa che è già accaduta nello scorso mese di ottobre dato che molti istituti di credito hanno limato verso l'alto i tassi sulle nuove offerte di mutui da un minimo di +0,10% ad un massimo di +0,30%.

Lo spread tra Btp e Bund apre stabile a 286 punti dai 284 della vigilia e dai 289 della chiusura di ieri.

Inverte la rotta il petrolio, con il Wti che scende a 52,47 dollari e il Brent a 61,07 dollari al barile (meno un dollaro rispetto a ieri). Il rendimento è al 3,11%.

Correlati:

Commenti


Altre notizie