Multe a Tim, Wind e Tre per bollette a 28 giorni

Multe a Tim e Wind Tre per le bollette a 28 giorni 2,4 milioni

Così il presidente del Codacons Carlo Rienzi che chiede all'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni di valutare la sospensione della licenza ad operare sul mercato italiano per quelle società telefoniche che continuano a non attenersi alle disposizioni sulle bollette a 28 giorni e a contrastare i rimborsi richiesti dai consumatori. Sono due multe per TIM: una da 464.000 euro ed una da 1,044 milioni di euro. In tutte e tre le delibere si parla di "violazione obblighi di trasparenza e diritto di recesso in merito alla modifica delle condizioni economiche delle offerte di telefonia".

La seconda violazione, punita con due multe da 232 mila euro (per un totale di 464mila euro) e relativa a comportamenti commerciali più o meno dello stesso genere, riguarda invece la clientela fissa e mobile del segmento business. Le multe si giustificano con la prepotenza delle fatture a 28 giorni che hanno messo letteralmente mano al nostro portafogli. "A maggior ragione il diritto di recesso, che non può essere esercitato senza un'informazione esaustiva e chiara" concluder Dona.

Giustizia è stata fatta grazie all'Associazione Garante per i diritti del Consumatore (AGCOM) che ha imputato a TIM e Wind la colpa di aver adottato una scarsa politica di trasparenza per le offerte. Le due compagnie potranno comunque ancora impugnare le delibere davanti al Tar del Lazio.

Correlati:

Commenti


Altre notizie