Ryanair l'antitrust avvia procedimento per "inottemperanza"

La simulazione su Wizz Air

Procedimento analogo per Wizz Air.L'Antitrust a fine mese aveva bloccato la decisione di Ryanair di applicare un supplemento di costo sul bagaglio a mano, se grande come un trolley.

La situazione di chi ha prenotato un viaggio tramite i due professionisti è piuttosto fastidiosa: ci si trova a dover pagare una spesa extra nonostante questa fosse stata temporaneamente sospesa dall'Autorità.

Nella sua ultima riunione l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato l'avvio di due procedimenti di inottemperanza (testi a questo link) ai provvedimenti cautelari emessi il 31 ottobre 2018 per le compagnie aeree Ryanair e Wizz Air.

RYANAIR RIBATTE. "Abbiamo ricevuto molti riscontri positivi dai nostri clienti e dagli aeroporti in tutta Europa - dichiara Kenny Jacobs, chief marketing officer di Ryanair - in merito al fatto che la nostra nuova policy bagagli abbia ridotto le code ai controlli di sicurezza in aeroporto e migliorato le procedure d'imbarco, con una puntualità migliorata dell'11%". "Ora - ha aggiunto - sono necessarie sanzioni esemplari. Non è possibile che nel nostro Paese le sospensive e le delibere delle Autorità siano sistematicamente violate, dalle compagnie aeree a quelle telefoniche". "Per questo, però, urge anche una modifica legislativa, che innalzi il potere sanzionatorio delle Authority, stabilendo ad esempio il principio di sanzioni sempre superiori all'illecito guadagno" conclude Dona.

Dopo le multe alle compagnie aeree Ryanair e Wizz Air, l'associazione a tutela dei consumatori Codici annuncia azioni collettive. Da qui la richiesta "di sospendere provvisoriamente ogni attività diretta a richiedere un supplemento di prezzo, rispetto alla tariffa standard, per il trasporto del 'bagaglio a mano grande' (trolley), mettendo gratuitamente a disposizione dei consumatori, a bordo o in stiva, uno spazio equivalente a quello predisposto per il trasporto dei bagagli a mano nell'aeromobile".

Se le low cost non cedono, in parallelo rischia di aprirsi un enorme fronte giudiziario tra le compagnie e i passeggeri. Così denuncia la Federconsumatori dopo segnalazioni di diversi utenti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie