Michelle Obama: Malia, Sasha concepite con fecondazione artificiale

Michelle Obama si confessa

Michelle Obama ha avuto un aborto spontaneo 20 anni fa e ha fatto ricorso alla fecondazione in vitro per avere Malia e Sasha, le sue due figlie, che oggi hanno 20 e 17 anni. Dopo l'interruzione di gravidanza spontanea "mi sono sentita sola e persa", ha spiega l'ex First Lady d'oltreoceano, e questo perché non "sapevo quanto fosse comune visto che non se ne parla". Martedì uscirà nelle librerie americane "Becoming", il libro di memorie della ex first lady, che inizierà da Chicago un tour promozionale in dieci città degno di una rockstar. "L'intera vicenda" del certificato "era una pazzia e una meschinità, con nascoste intolleranza e la xenofobia". Trump, con le sue innumerevoli e sconsiderate allusioni, mette a rischio la sicurezza della mia famiglia.

Nel libro Michelle attacca Trump anche per la registrazione di 'Access Hollywood' del 2005, pubblicata poco prima delle elezioni del 2016 e in cui Trump si lascia andare a commenti volgari contro le donne, vantandoli di poterle agguantare per i genitali. "Non dimenticherò mai quello che Obama ha fatto alle forze armate americane, sono state decimate". Per anni quest'ultimo ha cavalcato la tesi dei 'birther' secondo cui Barak Obama è in realtà nato in Africa.

Correlati:

Commenti


Altre notizie