Milan, Higuain punta la Juve. Più difficile il recupero per il Betis

Gennaro Gattuso

Ma questa è una delle settimane più decisive per il Diavolo, e allora il discorso va distinto tra Europa League e campionato. "Si, tra le più difficili.". Così Rino Gattuso intervenuto ai microfoni di Milan TV all'indomani della sofferta vittoria dei rossoneri in casa dell'Udinese.

Sui tanti problemi legati ad acciacchi e infortuni più seri: "Il rammarico più grande è per i giocatori che abbiamo perso, perchè abbiamo perso Biglia per tanto tempo per una ricaduta e con Caldara siamo stati sfortunati, perché ha giocato pochissimo". E' sempre più il Milan di Gattuso e un Milan alla Gattuso. Kessie ha questi piccoli dolori, ma è normale giocando con questa continuità però ha una soglia alta. Secondo quanto filtra da ambienti vicini al club di via Aldo Rossi, il numero 9 rossonero salterà la trasferta di Europa League contro il Betis Siviglia ma lavorerà a fondo per essere regolarmente in campo contro la sua ex squadra con cui ha segnato 55 gol in due stagioni vincendo due scudetti e due Coppe Italia. "È cresciuto molto nella testa e ora fa quello che prima non avrebbe mai fatto", ha confermato Gattuso. "Ha il veleno come Cutrone e Inzaghi - ha detto il tecnico - giochicchia troppo ma è importate, lo volevamo per queste sue caratteristiche". A Udine in crescita anche Bakayoko. "Anche contro il Genoa aveva fatto una buona prova, ha bisogno del calore di San Siro", ha concluso Gattuso.

Correlati:

Commenti


Altre notizie