Di Maio: Bye bye vitalizi anche per i consiglieri regionali!

Manovra, taglio dell'80 per cento dei trasferimenti alle regioni che non riducono i vitalizi

"Ovviamente non tocchiamo i soldi per la sanità, per le politiche sociali, per il trasporto pubblico e gli altri servizi essenziali". A questo punto" conclude Marcozzi "non possiamo rischiare.

I consiglieri regionali Micaela Fanelli e Vittorino Facciolla hanno presentato una proposta di legge regionale, la n. 24, concernete: "Riduzione dei vitalizi regionali".

La misura riguarda però in particolare l'Abruzzo.

"Bye bye vitalizi anche per i consiglieri regionali". "I loro privilegi - continua Di Maio - ci sono costati e ci costano centinaia di milioni di euro".

La norma è contenuta nella legge di bilancio dello Stato licenziata dal consiglio dei ministri all'art. Il taglio dei vitalizi.

Ad affermarlo è il consigliere regionale Sara Marcozzi, candidato alla presidenza della Regione Abruzzo per il M5S, a fronte della nuova bozza della Legge di Bilancio del Governo Conte.

L'Aquila. "E' ormai urgente ed improrogabile l'approvazione delle leggi, di cui sono prima firmataria, sulla riduzione e sull'abolizione del cumulo dei vitalizi". Dopo deputati e senatori, ora tocca alle Regioni.

"Molto più probabile però è che semmai la maggioranza approvi il suo progetto di legge, a firma Di Pangrazio, che prevede per un triennio un taglio minimo del 6 per cento, ad un massimo del 15 per cento l'importo lordo del vitalizio, con maggiorazione del 40 per cento qualora il beneficiario sia titolare di altro vitalizio erogato dal Parlamento Italiano e/o Parlamento Europeo, e con possibilità di esenzione per coloro che hanno un reddito complessivo annuo inferiore o pari a 18.000 euro".

La rideterminazione già in essere dovrà essere definita, sentita, entro il 31 marzo 2019, e la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano, secondo il metodo di calcolo contributivo.

Correlati:

Commenti


Altre notizie