Toninelli: "Accordo con la Francia per non fare la Tav"

Il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ospite a Porta a Porta

Lo scrive su Facebook il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, tracciando un bilancio delle risorse stanziante per la ricostruzione dopo il tragico crollo del ponte Morandi lo scorso 14 agosto e pubblicando una schema riassuntivo da cui emerge un totale di 747,25 milioni. Mi risulta che Macron abbia escluso la Tav dalle priorità infrastrutturali proprio dopo aver valutato costi e benefici.

Si ringrazia lo Staff di Repubblica.it per l'immagine pubblicata. "E da questo punto di vista - ha detto Toninelli rivolgendosi al presidente di Confitarma - colgo con grande favore la sua proposta, presidente Mattioli, di lavorare insieme fin da subito per sburocratizzare, semplificare, snellire e migliorare norme e procedure che vincolano lo sviluppo della nostra bandiera. Lo vedremo. Ma dalle prime avvisaglie direi che non è assolutamente una cifra che sta in piedi". "Il rimborso di due miliardi? Poi ci sono le vie di accesso, per esempio tra Lione e Saint-Martin-La-Porte".

Sulla questione interviene da Nuova Delhi, dove è in visita, anche il premier Giuseppe Conte, che però appare più possibilista: "Stiamo ultimando l'analisi costi-benefici, è in dirittura d'arrivo".

"Non c'era mai stato in Consiglio comunale di Torino un fatto così significativo - spiega Chiamparino - tutte le massime rappresentanze del mondo della produzione e del lavoro in Sala Rossa per chiedere di riflettere prima di dire no a un'opera considerata fondamentale. E' una responsabilità che la sindaca e la maggioranza che guida la città hanno voluto assumersi".

Ma se per il governo gialloverde la Tav è un'opera che non s'ha da fare, lo stesso non si può sostenere per il Terzo Valico, per il quale lo stesso Toninelli garantisce le buone probabilità del suo completamento: "Credo che bloccarla costerebbe più che mandarla avanti".

Correlati:

Commenti


Altre notizie