Serie A, Milan: l'infortunio di Caldara è più grave del previsto

Milan tegola Caldara strappo al polpaccio. Stop di 3 mesi

I tempi di recupero per il giovane difensore arrivato nella scorsa estate dalla Juventus rischiano di allungarsi. Il problema al polpaccio sembra più complicato del previsto: per ora è una stagione nera.

Questo il report medico pubblicato dal Milan sulle condizioni dell'ex centrale dell'Atalanta: "AC Milan comunica che Mattia Caldara, in seguito all'infortunio procuratosi durante l'allenamento di sabato scorso, è stato sottoposto a degli esami strumentali che hanno evidenziato una lesione parziale del tendine achilleo ed una lesione della giunzione mio-tendinea del muscolo gemello mediale del polpaccio destro". Secondo quanto rivelato dal Corriere dello sport infatti, dopo Higuain e Caldara, il Milan avrebbe chiesto informazioni per acquistare uno tra Rugani e Benatia, esclusi spesso dalle rotazioni di Allegri in questa fase della stagione.

Un infortunio dunque molto serio per Caldara che potrebbe necessitare di un periodo di riposo forzato di minimo 3 mesi. Il difensore del Milan ha affidato a Instagram il suo monito di speranza ottimistico: "Considera speranza e timore e quando tutto sarà incerto, favorisci te stesso: credi ciò che preferisci". Tra i nomi cerchiati in rosso, anche quello di Thiago Silva: giocatore che a Milano ha lasciato un pezzo di cuore.

Correlati:

Commenti


Altre notizie