Importava cocaina dalla Repubblica Dominicana: narco 75enne arrestato

Importava cocaina dalla Repubblica Dominicana: narco 75enne arrestato

Ricercato dal 2015, Marcello Battigaglia era stato inserito nella lista dei latitanti più pericolosi e secondo gli inquirenti non aveva mai smesso di far arrivare fiumi di cocaina in Lombardia e nel Nord Italia dal Sudamerica. Dalla Repubblica Dominicana il narcotrafficante, in contatto con gruppi criminali calabresi ma anche latinoamericani, gestiva traffici di cocaina verso l'Italia, in particolare verso le provincie di Milano, Monza e Como.

75 anni, nato a Isola Capo Rizzuto in provincia di Crotone, Battigaglia è destinatario di un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti e contestuale ordine di esecuzione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano nel 2017 e deve scontare 16 anni, 10 mesi e 23 giorni di reclusione oltre alla multa di 98mila euro per traffico internazionale di stupefacenti ed evasione.

Nel 2006 il criminale era stato arrestato a Zagabria per aver importato 3,1 kg di cocaina da Caracas. Mentre qualche anno dopo, nel 2010, la squadra mobile di Milano lo arrestò nell'ambito dell'operazione 'Famiglia Molluso', celebre famiglia legata alla 'ndrangheta e originaria di Palì, poiché ritenuto fornitore di cocaina che importava dal sud America via nave attraverso il porto di Vado Ligure.

Nel 2013, nell'ambito dell'operazione "Fly85" condotta dalla Guardia di Finanza di Torino, è stato nuovamente arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia in carcere per traffico internazionale di droga.

Questa notte gli agenti della Polizia di Stato del commissariato San Ferdinando hanno arrestato Pasquale E., Antonio G. e Marco F., pregiudicati napoletani rispettivamente di 30,31 e 43 anni per spaccio di sostanza stupefacente.

Sabato scorso, all'arrivo degli agenti dominicani, accompagnati da un poliziotto dello Sco, il Servizio Centrale Operativo della polizia italiana, ha provato per un po' a fingere che si trattasse di un clamoroso errore. Rimesso nuovamente ai domiciliari, si era reso irreperibile ancora una volta.

Correlati:

Commenti


Altre notizie