Como: addio ad Angelica, 26enne paladina della lotta alla fibrosi

A 26 anni è morta Angelica Angelinetta, testimonial della lotta alla fibrosi cistica

Ed era stata una giornata memorabile, visto che grazie alla manifestazione era stata raccolta la somma record di 80mila euro. La 26enne di Como si è spenta oggi, nonostante il trapianto di polmoni dell'aprile 2017.

Ancora non vi è una cura e Angelica se n'è andata in punta di piedi dopo aver partecipato ad organizzare la Marafibrisitona, una maratona solidale che si è svolta lo scorso settembre a Gravedona ed Uniti, nel Comasco.

È morta a 26 anni, rispondendo fino all'ultimo alle domande e ai messaggi di incoraggiamento che le arrivavano a centinaia.

Angelica è nata con la Fibrosi Cistica, costretta a terapie giornaliere che lenivano le conseguenze della più comune fra le malattie genetiche gravi: chi nasce malato ha ereditato un gene difettoso sia dal padre sia dalla madre che sono, senza saperlo, portatori sani di un gene mutato che altera le secrezioni di molti organi generando infezioni e infiammazioni. Mi hanno riempita di dolcezza e forza ogni giorno, mi hanno curata con precisione e determinazione - aveva scritto sul suo profilo -. Hanno trasformato ricoveri, flebo, punture, aerosol e antibiotici in una quotidianità necessaria ma per niente pesante.

La Fibrosi Cistica è probabilmente la causa dei miei più grandi problemi e pensieri, ma è questa bestia che mi ha fatto diventare quella sono, che mi ha fatto conoscere le persone più importanti e speciali, che mi ha fatto capire i valori della vita, che mi ha circondato di persone stupende.

Significa amare profondamente e sorridere con il cuore, vedere le cose in maniera diversa, meditare sulla mia vita con urgenza appassionata.

Il commiato di Angelica affidato ai social: "Sostenete la ricerca, vogliamo guarire!"

Correlati:

Commenti


Altre notizie