Da oggi si può prenotare iPhone XR!

IPhone XR: prezzo e preordine online al via, i pro e i contro

Sarà disponibile a partire da 899 euro nella versione da 64 Gb di spazio d'archiviazione; 949 euro il prezzo delle versione da 128 Gb e di 1059 euro per quella da 256 Gb; c'è anche una versione da 512 Gb.

Perché scegliere di optare per la prevendita dell'iPhone XR anziché scegliere l'iPhone XS e XS Max? il risparmio rispetto ai melafonini colleghi non guasta e nello stesso tempo la soluzione con display da 6,1 pollici non dispiace per gli amanti di schermi più compatti, così come la buona qualità della fotocamera da 12 MP, sebbene con sensore unico. Per gli eterni indecisi su colore e modello, però, non è facile valutare "pro" e "contro" di ciascuna alternativa. L'elaborazione delle foto è a dir poco fulminea, e l'assenza dell'obiettivo-semaforo viene compensata dal software. Apple ha infatti comunicato che sarà possibile prenotare iPhone XR da oggi 19 ottobre alle ore 09:01 ora italiana, direttamente dal sito ufficiale. In questo modo tutti i clienti Vodafone potranno acquistare i nuovi smartphone Apple con addebito solo su Carta di Credito, con la sola esclusione degli iPhone da 32 GB acquistabili anche con addebito su conto corrente, a un prezzo che varia in base all'opzione principale e allo smartphone scelto.

Mi intriga parecchio questo smartphone e non ne ho ancora capito il motivo sinceramente.

C'è anche la fotocamera frontale, una TrueDepth camera da 7 megapixel la cui apertura è f/2.2.

In quanto a prestazioni, invece, questo iPhone non ha nulla da invidiare rispetto ai suoi fratelli maggiori.

Anche l'iPhone XR è in grado di scattare fotografie in modalità Ritratto, cioè con effetto Bokeh, con la possibilità di modificare la profondità dopo aver effettuato lo scatto con il "Depth Control", un controllo a regolazione orizzontale. Le consegne sono previste da lunedì 29, compatibilmente con l'andamento degli ordini. Clicca qui per preordinare online dal sito ufficiale della Apple.

Secondo quanto affermato da TSMC, i fornitori si aspettano già di registrare vendite deboli nel quarto trimestre del 2018, prevedendo di generare ricavi inferiori alle attese e, quindi, potenzialmente costringendo la fonderia di chip a rivedere i propri orientamenti di vendita per tutto il 2018 ad un livello più basso.

Correlati:

Commenti


Altre notizie