Il Papa contro l'aborto: "E' come affittare un sicario"

Incidente per papa Francesco, il pontefice è caduto

Papa Francesco non ha badato più di tanto alle accuse ed alle illazioni nei suoi confronti ed ha continuato a lavorare affinché il messaggio di Dio potesse nuovamente arrivare al suo popolo, soprattutto a quella parte di fedeli che sembra non avvertirlo più come proprio. "Perchè è come affittare un sicario". "È giusto affittare un sicario per risolvere un problema?".

In questo modo Bergoglio indica la strada autentica per ritrovare il valore della vita e riaffermarlo a livello sociale: non la strada delle posizioni nominalistiche che durano il lasso di una stagione politica, ma la strada di un'educazione alla fede che faccia sorgere una personalità autentica, una personalità cristallina, capace di abbracciare con solidità ogni dato dell'esistenza. Dobbiamo dire agli uomini e alle donne del mondo: non disprezzate la vita! Vale la pena di accogliere ogni vita perché ogni uomo vale il sangue di Cristo stesso. Così soli da perdere ogni speranza, così soli da diventare violenti e cattivi, così soli da guardare alla vita - sempre e comunque - come un problema da risolvere e non come uno spazio in cui imparare a stare. Anche quello di un bimbo magari non cercato, ma offerto all'Io come possibilità. "Si potrebbe dire che tutto il male operato nel mondo si riassume in questo: il disprezzo per la vita", ha detto il Pontefice argentino proseguendo un ciclo sui dieci Comandamenti. "E qui vorrei fermarmi per ringraziare, ringraziare tanti volontari, ringraziare il forte volontariato italiano che è il più forte che io abbia conosciuto". "Sono un medico, non un sicario". Nel farlo, però, è incappato in un piccolo incidente le cui conseguenze potevano essere gravi: papa Francesco è inciampato ed è caduto a terra, salvo poi rialzarsi senza troppi problemi. "Tutti coloro, comprese le ministre, che fanno diagnosi pre-natale, lo fanno per sapere se dovranno abortire". Nessuno misuri la vita secondo gli inganni di questo mondo, ma ognuno accolga sé stesso e gli altri in nome del Padre che ci ha creati. Il 99,9% di chi ha una diagnosi prenatale infausta decide di abortire. E il rivoluzionario Papa Francesco non fa alcuna eccezione. Di fronte a parole di così inaudita violenza è forse puro esercizio di stile ricordare che un mondo migliore si costruisce solo nel rispetto delle scelte altrui e non sulla loro demonizzazione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie