Scontro navi, macchia in mare sorvegliata speciale

La collisione tra le due navi

Da vicino, invece, i venticinque chilometri quadrati di carburante che dalle 7 di domenica 7 ottobre, orario dell'assurda collisione tra due portacontainer, si muovono velocemente dividendosi in tronconi più piccoli nella zona di mare compresa tra la Corsica e l'isola di Capraia, nel cuore del Santuario dei cetacei, diretti verso nord ovest.

Per fortuna al momento "si evidenzia una sostanziale stazionarietà del carburante presente in mare rispetto al punto di rilascio" assicura Giacomo Giampedrone, assessore all'Ambiente della Regione Liguria. Il traghetto Ulisse stava percorrendo la rotta Genova-Tunisi quando è entrato in collisione con la motonave porta container Cls Virginia che probabilmente era ferma "in attesa ordini".

A pieno regime il recupero del carburante sversato dopo la collisione. La Ulisse, per motivi che devono essere chiariti, non ha visto il cargo è lo ha colpito su una fiancata. Sono state inviate anche tre navi d'altura, mezzi della Castalia adibiti al contenimento dello sversamento: la Nos Taurus di Livorno, la Bonassola di Genova e la Koral da Olbia. Anche il ministro francese per la Transizione Ecologica, Francois De Rugy, ha precisato che la fuga di idrocarburi "è sotto controllo".

I mezzi italiani e quelli francesi sono al lavoro innanzitutto per evitare che la chiazza di petrolio possa espandersi e poi per provare a bonificare le acque nel minor tempo possibile evitando danni irreparabili alla flora e alla fauna.

Le operazioni però dureranno ancora diversi giorni.

La collisione tra le due navi è avvenuta stamattina intorno alle 7.00 a poche miglia da Capo Corso, al largo della Corsica. Non sono stati segnalati feriti. I mezzi antinquinamento, che lavorano sotto il coordinamento della Francia, hanno già recuperato parte del combustibile fuoriuscito, circa 150 metri cubi di prodotto oleoso misto ad acqua. Sul posto anche un aereo Atr 42 della Guardia Costiera per monitorare dall'alto le operazioni.

Correlati:

Commenti


Altre notizie