Microsoft sospende l'aggiornamento 'Windows 10 October 2018 Update'

Microsoft: via libera all’aggiornamento di Windows 10, ma per ora solo agli Insider

Questa volta è toccato a Microsoft, che ha dovuto bloccare la distribuzione di un importante aggiornamento di Windows 10 (October 2018 Update) perché cancellava i file personali dalla cartella "Documenti" sui computer di alcuni utenti.

"Abbiamo esaminato completamente tutte le segnalazioni sulla perdita di dati, identificato e risolto tutti i problemi noti nell'aggiornamento ed effettuata la convalida interna", ha spiegato la società.

Microsoft ha sottolineato che, per quanto grave, il problema ha colpito fortunatamente pochi utenti (un centesimo dell'uno percento delle installazioni della versione 1809).

Da oggi riparte la procedura di aggiornamento (rollout) di Windows 10 October Update, l'aggiornamento autunnale di Windows 10 con diverse novità al suo interno.

Nella giornata di ieri attraverso un breve bollettino pubblicato sulla pagina di supporto, Microsoft ha affermato che il problema era provocato da "un calcolo errato della temporizzazione che provoca la cancellazione prematura dei profili utente sui dispositivi soggetto al criterio di gruppo", che elimina i profili utenti più vecchi di un determinato numero di giorni. "Questo è avvenuto sui sistemi in cui il Known Folder Redirection (KFR) era stato precedentemente abilitato, e in cui i file erano rimasti nella vecchia posizione originale della cartella anziché essere spostati nella nuova posizione reindirizzata". Sui forum ufficiali e su Reddit alcuni primi "adopter" dell'ultimo feature update hanno segnalato la cancellazione di tutti i contenuti della cartella Documenti, con anche le Immagini, dal proprio sistema, e dell'impossibilità di recuperare i file senza strumenti di ripristino attivati in precedenza. In base al feedback ottenuto con Windows 10 April 2018 Update, gli utenti con KFR lamentavano la comparsa di una copia extra vuota delle cartelle sul loro dispositivo. Con October 2018 Update abbiamo introdotto del codice per rimuovere queste cartelle vuote duplicate. Gli ingegneri di Microsoft sono incappati nella classica situazione in cui sistemando un errore ne emerge un altro, magari anche potenzialmente più pericoloso.

Correlati:

Commenti


Altre notizie