Giovani sempre più miopi. 11 ottobre, giornata della prevenzione

Giovani sempre più miopi. 6 consigli per preservare la vista dei bambini

Si parla infatti, già oggi, di oltre 15 milioni di persone miopi solo in Italia e il numero sembra destinato a crescere soprattutto tra i giovani e i giovanissimi, tanto che oltre due ragazzi su 10, già a 15 anni, ne sono colpiti. La loro miglior compagnia sono i videogame, i computer e gli smartphone.

Nel mondo, secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, i disabili visivi sono 253 milioni (217 milioni gli ipovedenti e 36 milioni i ciechi) ed entro il 2050, secondo uno studio australiano pubblicato su ' Ophthalmology', metà della popolazione potrebbe essere affetta da miopia. Tutto ciò verrà ampiamente illustrato dagli esperti l'11 ottobre prossimo, in occasione della Giornata mondiale della vista. "L'incidenza maggiore è nelle femmine", spiega Grazia Pertile, direttore dell'Unità Operativa di Oculistica dell'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negar (Verona).

Non a caso per chi ama leggere, consigliamo praticamente da sempre di acquistare un ebook reader con schermo e-ink, ovvero un dispositivo che non emette luce o che, anche se illuminato, non direziona la luce direttamente ai nostri occhi.

Tra i più piccoli, studi epidemiologici su popolazione europea, "mostrano che la prevalenza della miopia all'età di 9 anni è già del 12% e aumenta al 18% circa a 15 anni e raggiunge il 24% in età adulta". Gli alimenti da preferire per chi soffre di problemi di miopia sono quelli ricchi di vitamina A, come la verdura e la frutta come kiwi, banane, mirtilli ecc e, in generale, tutti quegli alimenti ricchi di acidi grassi e omega 3.

"Le stesse tecnologie, se ben usate, possono contribuire alla salute oculare: mi riferisco, ad esempio, agli strumenti di accertamento dei vizi refrattivi (miopia, ipermetropia, astigmatismo) e al laser per gli interventi chirurgici oftalmici, che servono anche alla prevenzione della cecità", spiega Giuseppe Castronovo, Presidente della IAPB Italia onlus. In molte città italiane, nel mese di ottobre, sarà possibile sottoporsi a check-up gratuiti a bordo di Unità mobili oftalmiche o in ambulatori e ricevere il materiale informativo. "Cin cin dai, noi siamo speciali portiamo gli occhiali!". Obiettivo, portare dall'oculista le tantissime persone che non ci sono ancora mai andate.

Correlati:

Commenti


Altre notizie