Compaiono pesci nel Mar Morto. Incredibile, ma vero! Si teme la profezia

Pesci nel Mar Morto

I pesci si troverebbero in alcune conche chiuse di acqua dolce, ma ciò che inquieta è la profezia legata alla presenza di vita in quelle zone, e che secondo le sacre scritture sarebbe presagio della fine del mondo.

Una scoperta che ha dell'incredibile a giudicare dalle caratteristiche fisiche del lago e della sua acqua: il lago che bagna Giordania e Cisgiordania ha infatti una salinità del 37 per cento. Fino a questo momento infatti erano stati rintracciati soltanto alcuni archeobatteri e alcune alghe, ma proprio in quest'ultimo periodo, grazie al lavoro effettuato da parte di un fotoreporter israeliano, Noam Bedein, è stato possibile avvistare alcuni pesci nuotare all'interno delle acque del Mar Morto.

Il livello delle acque del Mar Morto era da 100 a 250 metri più elevato fino a 12.000 anni fa: se consideriamo però che questo lago salato si trova in una regione estremamente secca che sprigiona temperature estive fino ad oltre 45 gradi è facile immaginare perché stia lentamente sparendo. Da qui deriva la denominazione Mar Morto. Bedein, che lavora al progetto Dead Sea Revival mirato a preservare il Mar Morto e altri "tesori idrici" israeliani, ha affermato che la presenza di pesci, dimostra che l'acqua è "tutt'altro che morta".

A testimonianza di ciò, il fotoreporter porta le immagini di pesci, microrganismi e vegetazione. Una profezia messianica è che l'acqua scorrerà da Gerusalemme nel Mar Morto, le acque si riempiranno di pesci, riversando la vita nel deserto circostante. Nei libri successivi la Bibbia continua raccontando che il paesaggio cambiò in seguito distruzione di Sodoma e Gomorra, che trasformò la valle in una landa desolata. Poiché queste forme di vita non dovrebbero essere presenti in quelle acque, Noam Bedein ha provato a trovare una spiegazione, facendo riferimento alla profezia di Ezechiele secondo cui, nel momento in cui si dovesse riscontrare la vita nelle acque del Mar Morto, la fine del mondo sarebbe molto vicina.

La prossima generazione non potrà godere del Mar Morto come lo conosciamo oggi. La profezia, in particolare, parla di un ritorno di un'immensa distesa acqua da est che avrebbe riportato la vita nella zona.

Correlati:

Commenti


Altre notizie