Bulgaria: un arresto per reporter uccisa

Victoria Marinova

"Il suo cellulare, le chiavi della macchina, gli occhiali e parte dei vestiti sono scomparsi", ha aggiunto il procuratore regionale Georgy Georgiev, spiegando che gli inquirenti vagliano tutte le piste, tanto quelle legate alla sua vita personale, quanto quelle legate alla vita professionale, ma fonti di polizia riferiscono ad AFP che l'omicidio non sembra essere direttamente legato all'attività giornalistica della vittima.

Il ministro ha detto che le indagini si starebbero orientando per ora sul gesto di un maniaco sessuale o di un ospite di un vicino centro psichiatrico. Il rappresentante dell'Organizzazione per la cooperazione e la sicurezza in Europa (Osce), Harlem Desir, responsabile per la libertà dei media, ha scritto su Twitter di "essere rimasto scioccato per l'orrenda uccisione", sottolineando di essere "in attesa di un indagine scrupolosa e dettagliata" del crimine. Marinova è il terzo giornalista ucciso negli ultimi dodici mesi nell'Unione europea, dopo la maltese Daphne Caruana Galizia morta nell'esplosione di una autobomba nell'ottobre 2017, e il reporter slovacco Jan Kuciak ucciso lo scorso febbraio. Il premier bulgaro, Boyko Borissov da parte sua ha dichiarato di aver ordinato l'invio a Russe dei migliori detective del paese per risolvere il caso. La Marinova conduceva il programma di inchiesta Detector e nell'ultima puntata aveva "puntato in alto" le ricerche e i presunti scandali nella gestione dei fondi europei in Bulgaria; basti pensare che, come riporta Il Fatto Quotidiano, lo scorso 10 settembre due giornalisti di Detector che hanno lavorato al servizio sono stati arrestati dalla polizia bulgara mentre cercavano di salvare dei documenti in fiamme contenenti le prove dello scandalo. Secondo i media di Sofia, il delitto è avvenuto ieri in un parco alla periferia della città dove la donna faceva jogging. Stava indagando su uno scandalo legato all'affidamento di fondi europei.

Non era la prima volta che Marinova veniva minacciata.

Correlati:

Commenti


Altre notizie