Scontro tra due navi in Corsica: chiazza di carburante da 10 km

La collisione tra le due navi

Si teme per il pericolo inquinamento. Il traghetto tunisino Ulisse e la portacontainer cipriota Cls Virginia si sono scontrati stamattina intorno alle 7.30 a nord-ovest dell'isola, a una trentina di chilometri da Capo Corso, causando una squarcio nello scafo di una delle navi e una perdita.

Quest'ultima, in quel momento scarica, pare che fosse ferma in mare per motivi ancora da accertare. La Francia, che sta gestendo le operazioni di soccorso, ha chiesto anche all'Italia il supporto per fronteggiare l'inquinamento per del carburante che sarebbe fuoriuscito da una delle due navi. Fra le imbarcazioni partite dai porti italiani, da Livorno ha salpato una delle tre unità anti-inquinamento, con caratteristiche specifiche, del consorzio Castalia, e fra le tre motovedette d'altura della guardia costiera, è stata inviata nella zona delle operazioni la Nave Ingianni CP 409 che fa base nel porto toscano. Le operazioni, da quanto si apprende, riguardano la posa di panne di contenimento per limitare lo spostamento degli idrocarburi e la bonifica delle acque.

Correlati:

Commenti


Altre notizie