Duro Botta e risposta tra Juncker e Salvini

Il voto europeo e i scopi dell’asse populista

Nuovo scontro tra il presidente della Commissione europea Juncker e il ministro dell'Interno Salvini.

"Spero che" Matteo Salvini "non finisca mai nella situazione di dover raccogliere un mucchio di macerie", ha detto il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker rispondendo ai giornalisti a Vienna che gli chiedevano delle parole del vice premier italiano che oggi ha affermato che "persone come Juncker e Moscovici hanno rovinato l'Europa e l'Italia". "Il governo italiano - prosegue - deve presentare il suo bilancio entro il 15 ottobre presso la Commissione. Lo valuteremo e, se necessario, proporremo modifiche 'sine ira et studio'", dice assicurando che non ci saranno pregiudizi nell'esame. "Io lavoro solo e soltanto per il bene e il futuro del popolo italiano". Queste cose non le prendo neanche in considerazione. "Il fatto che due vicepremier italiani si esprimano in modo volgare sulla Unione Europea come istituzione -aggiunge - fa capire tante cose". "Ciò è motivo di seria preoccupazione".

Correlati:

Commenti


Altre notizie