Morta Montserrat Caballé, l’ultima diva della lirica

È morta la soprano Montserrat Caballé

Montserrat Caballé, una delle più grandi cantanti liriche del Novecento, è morta all'alba all'età di 85 anni all'ospedale Sant Pau di Barcellona. Da lì in poi solo successi fino alla consacrazione anche presso il pubblico pop e rock con il duetto con Freddy Mercury e la famosa Barcelona utilizzata come colonna sonora delle Olimpiadi del 1992. I funerali dell'artista si terranno lunedì a mezzogiorno all'obitorio di Les Corts a Barcellona, mentre la veglia sarà domani, domenica, dalle due nello stesso luogo. Secondo fonti della famiglia citate da 'El Mundo', la cantante soffriva di un problema alla cistifellea. La fama arrivò nel 1965, quando sostituì Marilyn Horne in Lucrezia Borgia in forma di concerto alla Carnegie Hall di New York, ricevendo ottime critiche. La sua prima apparizione in Italia, Paese che amava moltissimo, è stata nel 1967 a Firenze nella parte di Imogene del 'Pirata' di Bellini. Ebbe un legame particolare con la Scala, dove avrebbe dovuto debuttare nel 1968 in "Luisa Miller", ma un infortunio glielo impedì e tutto venne rimandato a due anni dopo, nel 1970, con "Lucrezia Borgia", dando il via a una lunga collaborazione, segnata in particolare nel 1971 dalla sua "Maria Stuarda" e l'anno dopo da "Norma", sino all'ultima interpretazione nel 1987 con la "Salomè" di Strauss.

Il mondo perde anche un personaggio che aveva speso la sua notorietà pubblica per impegnarsi dal punto di vista sociale, essendo diventata ambasciatrice Unesco e avendo fondato un'associazione benefica che opera in favore ed aiuto dei bambini in difficoltà di Barcelona.

Anche il premier spagnolo Pedro Sanchez commenta su twitter la scomparsa della grande cantante: "Triste notizia: muore un grande ambasciatore del nostro Paese, un soprano lirico riconosciuto a livello internazionale, Monserrat Caballé". Infine il Teatro Liceu di Barcellona, dove la Caballé ha cantato più di 200 volte, ha espresso il cordoglio per la morte di "uno dei più importanti soprani della storia e artista simbolo nella memoria" del teatro.

Correlati:

Commenti


Altre notizie