Gelo in Ferrari, Vettel passa alle parolacce

17-JP-Preview-EN

Maurizio Arrivabene, team principal della scuderia rossa, ha deciso di prendersi una pausa nel proprio ufficio prima di parlare ai giornalisti: "Sapete che ci ho sempre messo la faccia, e premetto che anche se la macchina è cresciuta rispetto a ieri, non avremmo fatto la pole. Dopo il contatto è stato un disastro, perché son scivolato dietro al gruppo e senza safety car è stato difficile rimontare". Risultato: scontro inevitabile, testacoda e lenta risalita dal 19° al 6° posto.

Nel frattempo, il britannico esce vincitore dal Gp del Giappone trasmettendo una sensazione di controllo a tratti disarmante: "E' stato uno show, un week end indimenticabile, è stato tutto fantastico, sono felicissimo". "Oggi sia la squadra che i piloti hanno reagito bene - le parole del team principal Ferrari a Sky - Senza gli episodi in pista oggi il podio sarebbe stato alla nostra portata. Grazie a tutti", il suo commento via radio dopo aver tagliato il traguardo.

Il quinto titolo mondiale diventa per Lewis Hamilton poco piò di una formalità; potrebbe in caso di doppietta arrivare già tra due settimane negli amati States o al più tardi in Messico. Il ferrarista è partito fortissimo, mentre Lewis Hamilton ha mantenuto il comando davanti al compagno di squadra Bottas e a Max Verstappen. Mestamente quinto Raikkonen, con l'unica soddisfazione di aver preceduto per la settima volta stagionale Vettel, la terza nelle ultime sette gare.

Correlati:

Commenti


Altre notizie