Al via la terza edizione della Settimana nazionale della dislessia

Dislessia 2.0, screening digitale gratuito per tutti

In occasione della European Dyslexia Awareness Week 2018, è attiva da oggi Dislessia 2.0, la prima piattaforma in Italia che mette a disposizione di famiglie, docenti, studenti e pediatri strumenti digitali innovativi per lo screening gratuito delle difficoltà di lettura, orientando le famiglie verso le 5.000 scuole già certificate "Amiche della Dislessia".

Il professore fa l'esempio di un bambino che non si è costruito la rappresentazione lineare del tempo e quindi non riesce a orientarsi tra i giorni della settimana.

Far emergere il potenziale dei ragazzi al di là delle difficoltà del disturbo che si manifesta soprattutto a scuola.

Per queste persone è quindi necessario usare delle strategie di apprendimento, tra cui degli strumenti compensativi come software di sintesi vocale o calcolatrici, che permettano loro di superare le difficoltà e sfruttare le proprie potenzialità.

I disturbi dell'apprendimento colpiscono circa il 3-4% degli alunni italiani. Sul sito delle Edizioni Centro Studi Erickson all'interno della campagna "Lo sai che...?". Nella prima bambini dai sette anni, ragazzi e adulti potranno effettuare prove di lettura per individuare i segnali del disturbo di lettura e, in caso di lievi difficoltà, avviare un percorso di recupero con una sessione finale di verifica di tali difficoltà.

L'iniziativa, dopo il successo delle scorse edizioni, prevede un ricco programma di eventi di informazione e sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale, che vedrà impegnati oltre 1.000 volontari AID, in collaborazione con 300 istituzioni tra enti pubblici e istituti scolastici.

Filo conduttore della manifestazione di quest'anno sarà la sinergia di due elementi fondamentali nella visione dell'Associazione: il potenziale e la collaborazione. Ogni persona ha una propria unicità: è importante cooperare per imparare a valorizzare il potenziale di ciascuno, al di là delle difficoltà.

Le iniziative online sono rivolte ai bambini, ai genitori e agli insegnanti per far comprendere che cosa comportano questi disturbi e come si possono diagnosticare in tempo.

Anche il Centro Santa Chiara di Battipaglia, unico autorizzato in Campania, è aperto, previa prenotazione, per gli appuntamenti (dall'app dedicata oppure chiamando il numero 333 4989724). L'iniziativa è realizzata da Fondazione Tim in partnership con l'Associazione italiana dislessia, l'ospedale pediatrico Bambino Gesù, l'Istituto superiore di sanità e l'Istituto di Scienze applicate & Sistemi intelligenti del Cnr (Isasi-Cnr) di Messina in collaborazione con il ministero della Salute e il ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca che ne hanno monitorato la validità e gli effetti.

Correlati:

Commenti


Altre notizie