Napoli, madre e figlio ricoverati per colera

Asl la situazione è del tutto sotto controllo

"Nella giornata di oggi, presso l'Ospedale Cotugno, sono stati registrati due casi di Colera".

"Immediatamente - spiega Giordano - è stata allertata la Asl competente e sono state attivate tutte le procedure previste dai protocolli". I pazienti sono un bambino di soli due anni e sua madre, residenti a Sant'Arpino, nella provincia di Caserta: secondo quanto ha appreso il personale medico dell'ospedale partenopeo, i due sarebbero appena rientrati da un viaggio in Bangladesh. In Europa, invece, sono decine all'anno i casi di colera importato.

"I contatti familiari sono stati individuati e sono ora sotto stretta osservazione sanitaria". A comunicarlo è Antonio Giordano, commissario straordinario dell'Azienda Ospedaliera dei Colli Monaldi - Cotugno - CTO. La trasmissione avviene per contatto orale, diretto o indiretto, con feci o alimenti contaminati.

Le condizioni della donna non destano alcuna preoccupazione. L'incubazione varia da uno a cinque giorni e la malattia si manifesta con diarrea e vomito che portano a una rapida disidratazione. Più serie quelle del bimbo, che - trasferito al Cotugno dall'ospedale pediatrico Santobono - è stato ricoverato fino a stamattina in rianimazione.

Correlati:

Commenti


Altre notizie