Google Pay sbarca in Italia: ecco come funziona

Google Pay oggi in Italia. Come funziona e con che banche

Basta lamentele e attesa, finalmente: anche noi, a partire da oggi, possiamo utilizzare e sfruttare tutti i vari servizi di Google Pay, che non sono pochi. Una volta aggiunta una nuova carta, è sufficiente avvicinare lo smartphone o lo smartwatch al terminale di pagamento con lo schermo attivato, senza che l'app Google Pay debba essere aperta. Il servizio fa gestire le credito/debito direttamente nell'account Google, consentendo di pagare "in sicurezza" su app, siti e negozi che supportano i pagamenti contactless. Ci sono Banca Mediolanum, Boon, HYPE, Nexi, N26, Revolut, Widiba "a cui si aggiungeranno nei prossimi mesi anche Iccrea Banca e Poste Italiane".

Google Pay, il servizio per i pagamenti elettronici di Google, è arrivato in Italia ed è funzionante con alcune banche, nonostante manchi ancora l'annuncio da parte di Google attraverso un comunicato stampa. Se il proprio dispositivo viene perduto o rubato, lo si può bloccare da Google ("Trova il tuo telefono"). Se si usa Google Chrome, si può fare in modo che dal secondo pagamento in avanti il browser ricordi tutti i dati e le specifiche inserite al primo acquisto, e le inserisca automaticamente.

E' utilizzabile, come sottolinea Google all'interno dell'applicazione, ovunque siano accettati i pagamenti contactless e sia presente il simbolo che rappresenta una carta di credito e un segnale wireless.

Tutto sfruttando esclusivamente lo smartphone (Android e iOS), e quindi senza estrarre la carta di credito.

Correlati:

Commenti


Altre notizie