Chi è Asselborn, il ministro del Lussemburgo che attacca Salvini

Migranti, scintille fra Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo

Durante i lavori del vertice poi, Salvini si è scontrato con Jean Asselborn, ministro degli Esteri e dell'Immigrazione del Lussemburgo, in un battibecco che è stato ripreso anche dalle telecamere. "Lettura" dell'invasione di immigrati che ovviamente non è andata giù al titolare del Viminale. Io penso di essere al governo per aiutare i nostri giovani a tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa e non per espiantare il meglio dei giovani africani per rimpiazzare i giovani europei che per motivi economici oggi non fanno più figli. A quel punto il vicepremier replica: "Rispondo pacatamente al suo punto di vista che non è il mio".

Il leader della Lega è riuscito a mantenere la calma limitandosi a dire "Io non l'ho interrotta e la buona educazione prevede che lei non mi interrompa mentre parlo". Tra le altre cose Asselborn ha sottolineato "In Lussemburgo, caro signore, migliaia di italiani sono venuti a lavorare". Il ministro lussemburghese ha letteralmente perso la testa interrompendo Salvini e insultandolo davanti a tutti. Gli ho risposto che io invece lavoro perché i ragazzi italiani (ed Europei) tornino a mettere al mondo dei figli perché non voglio nuovi schiavi. Alla frase pronunciata da Salvini durante il suo intervento, "non abbiamo l'esigenza di avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più", il collega lussemburghese ha sbottato per poi commentare con l'imprecazione "merde alors" (una sorta di "diamine") e dicendo: "Occupatevi dei vostri soldi per aiutare a dare da mangiare ai vostri figli". "Il ministro del Lussemburgo - scrive - ha dichiarato che in Europa 'abbiamo bisogno di immigrati perché stiamo invecchiando'".

Correlati:

Commenti


Altre notizie