Fenati, decisione dopo le scuse: "Basta corse, torno a studiare"

Fenati fa ammenda

Dopo l'annuncio del Codacons di presentare un esposto alla magistratura per valutare i profili penali della vicenda, tra cui l'accusa di tentato omicidio, si attende di leggere le carte per avviare l'inchiesta. Una scelta presa dopo la riunione straordinaria del Tribunale Federale che contesta al pilota nativo di Ascoli la violazione dell'articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia, cioè l'azionamento del freno anteriore in pieno rettilineo. L'azione su Manzi di domenica scorsa, unita alla rescissione di tutti i contratti da parte del team di quest'anno e dell'anno prossimo e il linciaggio popolare che è montato nelle ultime ore, hanno spinto Fenati a dire basta in maniera definitiva.

Il patron di Mv Augusta, Giovanni Castiglioni, con un post su Instagram, è stato chiaro e, in riferimento al gesto di Fenati, ha detto: "È stata la cosa peggiore che abbia mai visto".

"Il team, la Marinelli Cucine stessa, la Rivacold, tutti gli altri sponsor della squadra e tutto il gruppo di persone che lo ha sempre appoggiato, si scusano con tutti i tifosi del Motociclismo mondiale" - conclude il comunicato stampa. Il gesto di Romano Fenati non è compatibile con i valori sportivi del Forward Racing Team e di MV Agusta. Così ho pensato di comportarmi allo stesso modo, volevo dimostrargli che anche io potevo essere cattivo come lui. Se fossi Dorna, lo escluderei dal mondo delle corse. Questo il testo: "Chiedo scusa a tutto il mondo sportivo". Penso e ripenso a quei momenti, ho fatto un gesto inqualificabile, non sono stato un uomo!

"Forse un vero uomo avrebbe mantenuto la calma, e a fine gara si sarebbe lamentato ufficialmente".

"Non avrei dovuto reagire alle provocazioni". Le critiche sono corrette e comprendo l'astio nei miei confronti - ha aggiunto il pilota marchigiano -.

Lo spagnolo invoca una seconda e, se necessario, anche una terza opportunità, per Fenati, ma ne traccia anche un profilo di avversario leale e sportivo, che invita a non arrendersi neanche di fronte a questo momento nero. Nella mia carriera, sono sempre stato un pilota corretto.

Correlati:

Commenti


Altre notizie