Marotta: "Premio a Modric? Profonda amarezza, meritava Ronaldo". Mendes: "Ridicolo"

Juventus, Marotta e Mendes contro l'Uefa: «Meritava Cristiano Ronaldo»

Ronaldo Luís Nazário de Lima, ex attaccante dell'Inter, è intervenuto in una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. "L'assenza di CR7 è' una decisione personale, presa nel corso della giornata, che rispettiamo". Da parte nostra c'è profonda amarezza per questa decisione, lo dico da dirigente e appassionato di calcio: il premio era un riferimento alla Champions League e non al Mondiale, e noi riteniamo che Ronaldo abbia regalato le migliori emozioni, anche cose straordinarie.

"Ronaldo non vince il premio come miglior giocatore Uefa della passata stagione (battuto da Modric) e non si presenta a Montecarlo per applaudire l'avversario. Che figura". Questo il commento di Pistocchi, commento che con lo stile ha ben poco da vedere. Non quello del miglior giocatore in assoluto, finito nelle mani dell'ex compagni al Real Madrid Luka Modric. E' una scelta privata che va rispettata. Ma non lo dico perché è nostro, lo dico da appassionato di calcio. E' stata una decisione personale. - ha commentato Marotta - Vogliamo rispettarla.

SUI SORTEGGI - "I commenti di questi momenti sono sempre i soliti: girone abbordabile, tutto dipende da noi stessi, dalla motivazione e dalla determinazione con cui affrontiamo un torneo in cui la partita singola è determinante". Dobbiamo essere sempre determinati. Si chiamano punti di vista, possono essere condivisi o meno. Quest'operazione Cristiano Ronaldo è stata voluta, in primis dal presidente Agnelli.

Correlati:

Commenti


Altre notizie