Le "guerre stellari" di Trump: "armata spaziale entro il 2020"

Usa, Pence:

La notizia era nell'aria, e anche Formiche.net aveva seguito la vicenda che negli ultimi mesi aveva creato più di qualche attrito tra Casa Bianca, Pentagono e Congresso. Sono gli incontri di 'pre-stagionè questa volta la 'pietra dello scandalò denunciata dal presidente Trump: A Philadelphia, il difensore degli Eagles (la squadra che ha trionfato nello scorso campionato), Malcom Jenkins, e il cornerback DèVante Bausby hanno alzato il pugno durante l'esecuzione dell'inno nazionale.

Già arrivare a questo punto non è stato facile: Capitol Hill e il dipartimento alla Difesa ha dovuto mediare non poco con le Camere. questo perché ci sono forze armate come l'Us Air Force che, con la nascita della Space Force, temono tagli sulle loro risorse.

La "Space Force" costituirebbe il sesto ramo delle forze armate americane e risponde alla volontà del tycoon di assicurare agli Stati Uniti il "dominino dello spazio".

Le parole del vice presidente sono state accompagnate dall'atteso report del Pentagono, frutto della chiara richiesta del presidente. Ad annunciarlo oggi è il vicepresidente americano, Mike Pence. Si tratta di una Unified Combatant Command (Ucc).

Il primo passo sarà la creazione di un nuovo spazio di comando, sul modello dei comandi geografici esistenti come CENTCOM, il Comando Centrale per il Medio Oriente, l'Africa Command per l'Africa, o come comando strategico (Stratcom) responsabile delle armi nucleari del paese. Trump però non si lascia intimorire e tira dritto. In ogni caso, presto potremmo vedere all'opera dei veri e propri "soldati spaziali".

Correlati:

Commenti


Altre notizie