Banca Carige, si dimette dal cda anche l'avvocato Pezzolo

Fuga da Carige anche Lucia Venuti si dimette

Banca Carige ha comunicato che l'avvocato Massimo Pezzolo, consigliere di amministrazione e membro del comitato rischi e del comitato nomine, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica con effetto immediato. La procura aveva già aperto un fascicolo con l'ipotesi di abuso di mercato (leggi anche: Cosa c'è dietro le dimissioni di Queirolo dal cda di Carige). Ad abbandonare il board è Lucia Venuti, avvocato massese 54enne, nominata in quota Malacalza.

Motivo del downgrading sarebbe principalmente il clima di incertezza che scaturisce dall'attuale governance, in procinto di nominare il prossimo settembre un nuovo cda, per rispondere "all'esigenza di una efficace ristrutturazione della banca", come richiesto dalla società privata newyorkese. Intanto la Cassazione ha confermato due sanzioni emesse dal ministero dell'Economia nel 2001, nei confronti di Carige, per un totale di circa 3,6 milioni per violazione delle norme contro il riciclaggio nella filiale di Mondovì (Cuneo).

L'Agenzia di rating Moody's ha declassato la valutazione a lungo termine su Carige da Caa1 a B3.

Ma il consiglio ha anche approvato il testo della risposta alla bozza di decisione della Bce.

La banca ligure procede con la cessione degli incagli ma deve attendere il nuovo Cda.

L'esclusiva è stata concessa, nonostante Malacalza Investimenti, in una lettera pervenuta prima della riunione, avesse invitato il cda a occuparsi solo di ordinaria amministrazione, in attesa dell'assemblea del 20 settembre. Pezzolo ha ringraziato i colleghi consiglieri, il collegio sindacale, il management e tutta la struttura della banca per il prezioso aiuto datogli nello svolgimento dell'incarico.

Correlati:

Commenti


Altre notizie