Nave con 20 tonnellate hashish, arresti

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

L'operazione è stata denominata "Libeccio" ed è stata condotta dai finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Palermo, con il supporto operativo del gruppo aeronavale di Messina e la collaborazione del servizio centrale investigazione criminalità organizzata. Ma lungo il tragitto ha fatto una sosta nel porto siciliano di Augusta per dirigersi verso Palermo, dove è stata intercettata e bloccata. E' la scoperta fatta dai finanzieri del Gico nei locali del carburante della Remus, nave olandese che batte bandiera panamense che transitava presso il porto di Palermo.Le forze dell'ordine hanno arrestato l'intero equipaggio, 11 persone originarie del Montenegro, con l'accusa di traffico di droga. Una volta in porto sono stati effettuati approfonditi controlli al carico.

La Remus, che ufficialmente si occupa di soccorso alle navi che hanno bisogno di rifornimento in mare, era partita dal porto di Las Palmas nelle isole Canarie, in Spagna, e la sua destinazione finale era Tezla, in Turchia. La motonave, durante la navigazione in acque internazionali antistanti le coste nord africane, infatti, ha spento ripetutamente il proprio trasmettitore Ais (Automatic Identification System), evidentemente per nascondere la propria posizione ed i propri movimenti. "Ulteriori approfondimenti svolti, anche in una cornice di cooperazione internazionale, hanno consentito di definire ruoli e responsabilità dei membri dell'equipaggio fino ad ipotizzare il loro pieno coinvolgimento nei traffici illeciti in questione".

E' stato possibile ispezionare la motonave piena di carburante all'intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale di Palermo che hanno effettuato un lavoro di bonifica durato oltre 14 ore per la prevenzione di ogni incidente. Sono intervenuti anche gli operatori sanitari dell'Asp per monitorare le condizioni di salute dei militari impegnati nelle operazioni, rese difficili dalle esalazioni del combustibile.

Dopo lo svuotamento di due serbatoi di prua, contenenti 20 mila litri di gasolio - spiega la Gdf - sono stati trovati oltre 650 sacchi di iuta con 20 tonnellate di hashish, di 13 diverse qualità, per un valore di mercato oscillante tra i 150 e i 200 milioni di euro.

Correlati:

Commenti


Altre notizie