Musk VS Wall Street, Tesla sia privata

Tesla Musk vuole portarla via da Wall Street e il titolo schizza in Borsa

Precisando di non volere mollare il timone della società neanche se fosse privata, Musk ha chiarito che su una privatizzazione c'è consenso, ma serve il voto degli azionisti e che comunque non prevede alcuna fusione con SpaceX.

Quella che nei primi minuti sembrava la solita provocazione a mezzo Twitter si è rivelata invece una proposta serissima, con tanto di lettera ai dipendenti per spiegare la situazione. Partecipazione che vale circa 2 miliardi di dollari.(ANSA).

Secondo il CEO sarebbe la mossa migliore per focalizzare l'impegno di tutti sull'ottenimento dei risultati e non sul soddisfare gli azionisti.

New York - Privatizzare Tesla a 420 dollari per azione, ovvero per un valore complessivo di 71,3 miliardi di dollari, che sale a 82 miliardi incluso il debito: questa l'ultima, incredibile idea di Elon Musk, che così potrebbe mettere fine alla relazione burrascosa fra il colosso delle auto elettriche e Wall Street.

Musk non ha fornito un calendario delle operazioni o una data di avvio dei lavori, ma è stato chiaro nel disegnare il futuro di Tesla nel privato, che isolerebbe l'azienda dall'enorme pressione dei profitti trimestrali, poco adatta alla missione lungimirante del progetto. "Come società quotata - ha rilevato - siamo soggetti a forti sbalzi dei prezzi dei titoli e questo può essere una distrazione".

Sempre nella comunicazione si legge che agli investitori sarebbe offerta l'opportunità di restare come finanziatori privati oppure vendere gli stock in loro possesso al sopra citato valore di 420 dollari.

Correlati:

Commenti


Altre notizie