Formula 1, Horner dice no ad Alonso: "Crea caos ovunque vada"

Sainz Red Bull Gasly

Non sarà Fernando Alonso a sostituire Daniel Ricciardo alla guida della Red Bull. Dopo l'annuncio del passaggio del pilota australiano al team francese, la scuderia austriaca è alla ricerca del futuro compagno di Max Verstappen ma il team principal, Chris Horner, chiude le porte allo spagnolo: "Ho un grande rispetto per Fernando, un grande pilota, fantastico, ma sarà molto difficile vederlo in Red Bull. Tende a causare un po' di caos dove va, non sono sicuro che sia la cosa più salutare per il team che si unisca a noi". Ma il boss del team oggi ha chiarito che la possibilità rimarrà tale. Alonso e Red Bull sono stati più volte in passato vicini al 'matrimoniò, ma il pilota asturiano ha sempre declinato le offerte, l'ultima in ordine di tempo nel 2009, quando gli fu proposto un grosso contratto, di nuovo declinato perché il pilota scelse la Ferrari. "Preferiamo investire su un giovane che su qualcuno che è vicino a chiudere la carriera - amnmette Horner -".

"Fortunatamente abbiamo una rosa di talenti sotto contratto, perciò dovremo sederci ad un tavolo e valutare la situazione". D'altronde, ogni volta che abbiamo optato per i nostri piloti, abbiamo avuto successo: Vettel, Ricciardo, Verstappen, Sainz, Gasly.", ha ricordato Horner che ha aggiunto che "Ricciardo potrebbe pentirsi della sua decisione. Non l'ho ancora accettata. Renault è una squadra in crescita ma nonostante ciò la decisione di Ricciardo è difficile da capire: "Renault non è Ferrari o Mercedes, lui avrà le sue ragioni però resta una scelta enormemente rischiosa per questa fase della sua carriera".

Correlati:

Commenti


Altre notizie